mercoledì 21 marzo 2018

Tre romanzi per tre case infestate

Oggi vi voglio parlare di tre romanzi che hanno qualcosa in comune: una casa infestata.
Tre autori differenti ma con una tematica in comune. Tre modi diversi di portare sul palcoscenico la vera protagonista di queste storie.
I romanzi in questione sono:


Queste tre ghost story presentano la casa come protagonista di alcuni eventi, come se volesse a tutti i costi distogliere l'attenzione dalle persone che incontreremo come abitanti, come turisti\ricercatori e come esterni. 
La casa qui viene vista come un luogo tormentato che tende ad allontanare la tranquillità dalle persone che si troveranno al suo interno. Non lo farà con velocità e arroganza ma lentamente, all'inizio con qualcosa che si può giustificare come semplici rumori del vento o normali assestamenti poi diventando il soggetto di notti insonne, dubbi e paure.
Questi tre romanzi mi sono piaciuti ognuno per motivi diversi e forse quello che sinceramente ricordo ancora molto bene è "L'ospite" della Waters, un'autrice che ha saputo, nella lentezza distogliere l'attenzione da qualcosa che cercava in tutti i modi di emergere. Un libro che sembra non raccontare niente ma che nel suo silenzio spargerà elementi che porteranno poi al colpo di scena finale. 
L'atmosfera dei tre libri è differente. La Jackson crea dei personaggi che con ironia cercheranno di spiegare l'aria tetra di Hill House, portandoci a chiederci se in realtà non sia la casa stessa a manovrare ognuno di loro. 
La storia del traghettatore ricorda un celebre film, una storia corta che al contrario degli altri due vi terrà incollati alle pagine portando alla sua fine in breve tempo.
Tre libri che, personalmente, ho trovato molto simili per il tema e che a qualcuno di voi porterebbero regalare qualche bel brivido.

Se vi piace "True Detective"!

Buongiorno a tutti, chi di voi ha amato il telefilm di True Detective? Io moltissimo, soprattutto la prima stagione ma essendo una serie antologica non posso di certo dire che la seconda sia brutta, anzi, mi è piaciuta molto.
Se lo avete amato come me, vi consiglio la lettura di due libri. Il primo si riferisce alla prima stagione mentre il secondo è l'unico romanzo pubblicato in Italia del creatore di questa bellissima serie tv "Nic Pizzolatto" e vi posso consigliare di leggerlo se avete apprezzato la parte più noir e cruda delle due stagioni.

"IL RE GIALLO"
di Chambers


12.90 euro - Vallardi

TRAMA

Questa raccolta di dieci racconti fantastici, caratterizzati dal gusto per il soprannaturale, il mistico e il macabro, rievocano atmosfere vicine alle narrazioni di Edgar Allan Poe. Chambers ha lasciato il segno nella letteratura horror del Novecento e in particolare nel maestro del mistero e del terrore H.P. Lovecraft, che ha affermato: "Quest'opera raggiunge vertici straordinari di paura cosmica". Giustamente famosi sono i racconti che hanno come filo conduttore "Il re giallo", una fantomatica tragedia che induce alla pazzia tutti coloro che la leggono.

-----------------------------------------

"GALVESTON"
di Nic Pizzolatto


10 euro - Oscar mondadori
Pagine: 266

TRAMA

Roy Cady, pregiudicato, lavora come "persuasore" per un mafioso di New Orleans. Il giorno in cui gli viene diagnosticata una malattia incurabile scampa a un tentativo di omicidio fuggendo insieme a una sconosciuta, giovanissima prostituta, i cui segreti costituiscono una minaccia per la loro sopravvivenza. Ritrovandosi a proteggere la ragazza e una bambina di tre anni, dovrà compiere scelte difficili e tragiche le cui conseguenze si faranno sentire ancora dopo vent'anni. Galveston di Nick Pizzolatto è una fiaba nerissima che racconta di personaggi alla deriva verso destini inesorabili tra Louisiana e Texas. Una storia di gente che a costo di sforzi terribili cerca di uscire dalla propria solitudine disperata. Pizzolatto ci porta dentro un universo ferocissimo e al contempo profondamente umano, dove l'eterna lotta tra il bene e il male trova uno scenario perfetto, in un paesaggio grandioso e squallido, fatto di paludi e raffinerie, di motel e oceano.


martedì 20 marzo 2018

Approfondimento: Nel mondo di David Lynch #1 - La Metamorfosi di F. Kafka

Ben ritrovati sognatori, ritorno a scrivere sul blog con nuove idee e progetti che hanno avuto un'incubazione molto lunga. 
Voglio introdurre degli approfondimenti che io stessa sto facendo e che mi sto impegnando a portare a termine. In questi ultimi mesi di silenzio mi sono appassionata a nuovi generi e a nuovi mondi, sia letterari sia riguardanti telefilm e cinema.
Uno di questi introduce David Lynch. Oltre ad aver visto Twin Peaks, letti i relativi libri e visto i film, ho deciso di intraprendere uno speciale percorso che mi avvicinasse a autori o letture che potevano ricordare quelle atmosfere. Durante una di queste ricerche ho segnato una lista di titoli consigliati su altri siti\blog e a cui io stessa voglio dare una possibilità per poterne parlare qui.
Inizio già ora con una delle recensioni più difficili da poter fare visto le mille riflessioni e ad una forte sensazione di disagio che questo libro ha saputo far emergere.
Tutto ciò che dirò è un mio parere personale, non sono esperta, voglio solo condividere le mie sensazioni.

"LA METAMORFOSI"
di Franz Kafka


Prezzo: 9 euro
Einaudi - 70 pagine

TRAMA

Nell'autunno del 1912, a Praga, tra 17 novembre e il 7 dicembre, Franz Kafka scrisse "La metamorfosi", l'incubo sotterraneo e letterale di Gregor Samsa, un commesso viaggiatore che si sveglia un mattino dopo sogni agitati e si ritrova mutato in un enorme insetto. La speranza di recuperare la condizione perduta, i tentativi di adattarsi al nuovo stato, i comportamenti familiari e sociali, l'oppressione della situazione, lo svanire del tempo sono gli ingredienti con i quali l'autore elabora la trama dell'uomo contemporaneo, un essere condannato al silenzio, alla solitudine e all'insignificanza.

COMMENTO PERSONALE:

Questa è la prima volta che mi avvicino a Franz Kafka e posso già dirvi che ne sono rimasta colpita, annientata e me ne sono totalmente innamorata.
Il racconto parla della "trasformazione" di un ragazzo in un scarafaggio e di come questo cambiamento inciderà nella sua vita e nella vita della sua famiglia.
La nuova veste di Gregor metterà totalmente in crisi la routine della sorella e dei genitori, ricevendo da loro, un trattamento di disprezzo, paura e abbandono.
L'unica figura che all'inizio tenterà di avvicinarsi è la sorella ma solo nei momenti in cui il fratello è nascosto. 
La sensazione di come la "diversità" viene affrontata è spiazzante.
Dall'inizio alla fine proverete dolore verso Gregor e vi chiederete dove Kafka vuole condurvi in questa storia, poi verso la fine avrete abbastanza chiaro il significato che si nasconde nonostante non sia un racconto di semplice comprensione avvicinandosi molto alla vita dell'autore.
Non avrei pensato di apprezzarlo così tanto nonostante sia rimasta molto perplessa a lettura terminata ma sono questi i libri che poi ti cambiano. Sono letture che hanno bisogno di tempo per consolidarsi in noi per far capire la loro bellezza. 
Un racconto angosciante e grottesco, in cui ritroviamo le difficoltà che Kafka stesso aveva con la figura del padre.
Lo consiglio a chi si sente pronto per leggerlo e ha una predisposizione a questo genere. Mi rendo conto che non può piacere a tutti, personalmente lo considero una perla.

PUNTEGGIO


mercoledì 15 novembre 2017

"Tipi non comuni" di Tom Hanks


"Tipi non comuni" 
di Tom Hanks


Bompiani - Pg. 448
Prezzo: 18 euro

TRAMA

Tom Hanks ha cominciato a scrivere questa raccolta di racconti nel 2015. «Nel frattempo ho girato film a New York, Berlino, Budapest e Atlanta e ho sempre scritto mentre lavoravo. Ho scritto in albergo durante i tour di lancio dei film. Ho scritto in vacanza. Ho scritto sugli aerei, a casa, e nel mio studio. Quando ho potuto permettermi un impegno regolare ho scritto la mattina, dalle nove all'una.» A scatenarlo così la passione per le macchine per scrivere che si è trasformata in passione per le storie sulle macchine per scrivere... In questi diciassette racconti la presenza dell'oggetto tanto amato è forte e chiara, sia per la vista che per l'udito. Che cos'hanno in comune una ragazza che non sa cosa fare di sé, un uomo anziano ricchissimo e annoiato, in cerca di emozioni da pagare a suon di milioni di dollari, un giocatore di bowling capace di compiere un'impresa incredibile, una guardinga neodivorziata che trasloca in un quartiere nuovo coi suoi due bambini, un immigrato sopravvissuto a una guerra alle prese con la ferocia e la solidarietà di New York? Una macchina per scrivere, appunto. Che ticchetta in sottofondo, segnando il passo di una prosa sicura e sfaccettata. «Ciascuna macchina per scrivere imprime nella carta una traccia permanente dell'immaginazione attraverso tasti, martelletti, stoffa e inchiostro: una versione più morbida dell'incidere le parole nella pietra.»

giovedì 9 novembre 2017

"Oltre l'inverno" di Isabel Allende


"Oltre l'inverno" 
di Isabel Allende


Feltrinelli - Pg. 304
Prezzo: 18.50 euro

TRAMA

Lucía, cilena espatriata in Canada negli anni del brutale insediamento di Pinochet, ha una storia segnata da profonde cicatrici: la sparizione del fratello all’inizio del regime, un matrimonio fallito, una battaglia contro il cancro, ma ha anche una figlia indipendente e vitale e molta voglia di lasciarsi alle spalle l’inverno. E quando arriva a Brooklyn per un semestre come visiting professor si predispone con saggezza a godere della vita.
Richard è un professore universitario spigoloso e appartato. Anche a lui la vita ha lasciato profonde ferite, inutilmente annegate nell’alcol e ora lenite solo dal ferreo autocontrollo con cui gestisce la sua solitudine; la morte di due figli e il suicidio della moglie l’hanno anestetizzato, ma la scossa che gli darà la fresca e spontanea vitalità di Lucía restituirà un senso alla sua esistenza.
La giovanissima Evelyn è dovuta fuggire dal Guatemala dove era diventata l’obiettivo di pericolose gang criminali. Arrivata avventurosamente negli Stati Uniti, trova impiego presso una facoltosa famiglia dagli equilibri particolarmente violenti: un figlio disabile rifiutato dal padre, una madre vittima di abusi da parte del marito e alcolizzata, un padre coinvolto in loschi traffici.
Un incidente d’auto e il ritrovamento di un cadavere nel bagagliaio della macchina che saranno costretti a far sparire uniranno i destini dei tre protagonisti per alcuni lunghi giorni in cui si scatena una memorabile tempesta di neve che li terrà sotto assedio.


martedì 7 novembre 2017

"Ti chiamo sul fisso" di Rainbow Rowell


"Ti chiamo sul fisso" 
di Rainbow Rowell


Piemme - Pg. 360
Prezzo: 18.50 euro

TRAMA

Se ti capitasse una seconda possibilità in amore, faresti di nuovo la stessa scelta? Se si parla di macchine del tempo, un semplice telefono non sembrerebbe il modo più sofisticato di viaggiare nel passato... Eppure quando Georgie, madre di due bambini e autrice televisiva perennemente sotto stress, mette piede nella casa della sua infanzia, e in un momento di nostalgia alza la cornetta del vecchio telefono fisso - un vero reperto archeologico -, improvvisamente è trasportata a quindici anni prima. Non nel senso che può vedere il suo passato. Ma nel senso che può telefonargli. Sperando che il passato risponda. Sperando che Neal, quello che oggi è suo marito e allora stava per diventare il suo fidanzato, risponda... Perché se c'è una cosa che Georgie cambierebbe della sua vita è il modo in cui il suo matrimonio si è pian piano spento, fino a ridursi a quello che è oggi. Forse parlando al telefono con il Neal di ieri potrà rimediare a cose che oggi sembrano irrimediabili. Forse quello stupido telefono, così antiquato da essere ancora attaccato a un filo, può davvero darle una mano...

domenica 5 novembre 2017

"La battaglia delle tre corone" di Kendare Blake


"La battaglia delle tre corone" 
di Kendare Blake


Newton Compton - Pg. 384
Prezzo: 10 euro

TRAMA

Da che se ne ha memoria, sull'isola di Fennbirn ogni generazione è stata scandita dalla nascita di tre gemelle: tre regine, tutte ugualmente degne nella successione ereditaria della corona e tutte in grado di padroneggiare la magia. Mirabella è una fiera elementalista, sfacciata come i suoi incantesimi: governa il fuoco, i flutti e i fulmini con il solo schioccare delle dita. Katharine è sottile e insinuante come il suo potere: la sua simbiosi con i veleni è tale che può ingerire anche la più letale delle sostanze tossiche senza che le accada nulla. Arsinoe, invece, ha sviluppato una perfetta comunione con la natura: può far sbocciare le rose più incantevoli o ammansire i leoni con il suono gentile della sua voce. Ma per diventare regina non basta il diritto di nascita: dovranno combattere duramente l'una con l'altra, per ottenere la corona, perché non si tratta di un gioco in cui si vince o si perde... In ballo c'è la vita. Ecco, questa è la notte in cui le gemelle compiono sedici anni: la battaglia ha inizio.


Cerca nel blog