martedì 27 maggio 2014

Recensione: Stephen Chbosky - Noi siamo infinito

Eccomi tornata con una nuova recensione! Alcuni mesi fa ho avuto l'occasione di vedere il film di "Noi siamo Infinito" e stranamente mi sono ritrovata a guardarlo prima di leggere il libro. Posso dirvi che questa non è una mia abitudine, anzi, tassativamente ci tengo sempre a leggere prima il romanzo. Comunque l'ho visto e mi è piaciuto davvero molto.
Da quel momento è nata la mia adorazione verso il libro. Una forza, definita da me "magica", mi portava a cercarlo sugli scaffali delle librerie o a guardarlo in continuazione promettendomi di trovare il momento da dedicargli. Questo balletto è continuato finché l'ho ricevuto in regalo dal mio ragazzo. 
Nonostante le mille letture che ho ancora in attesa non ho saputo resistere.

SCHEDA DEL LIBRO

TITOLO: Noi siamo infinito - Ragazzo da parete
AUTORE: Stephen Chbosky
EDITORE: Sperling & Kupfer
PAGINE: 278 pg
PREZZO: 16,90 euro






TRAMA
Fra un tema su Kerouac e uno sul "Giovane Holden", tra una citazione da "L'attimo fuggente" e una canzone degli Smiths, scorrono i giorni di un adolescente per niente ordinario. L'ingresso nelle scuole superiori lo lancia in un vortice di prime volte: la prima festa, la prima rissa, il primo amore - per la bellissima ragazza con gli occhi verdi che quando lo guarda fa tremare il mondo. Il primo bacio, e lei gli dice: per te sono troppo grande, però possiamo essere amici. Per compensare, Charlie trova una che non gli piace e parla troppo: a sedici anni fa il primo sesso, e non sa neanche perché. Allora lui, più portato alla riflessione che all'azione, affida emozioni, trasgressioni e turbamenti a una lunga serie di lettere indirizzate a un amico, al quale racconta ciò che vive, che sente, che ha intorno. Dotato di un'innata gentilezza d'animo e di un dono speciale per la poesia, il ragazzo è il confidente perfetto di tutti, quello che non dimentica mai un compleanno, quello che non tradisce mai e poi mai un segreto. Peccato che quello più grande, fosco e lontano, sia nascosto proprio dentro di lui.

AUTORE




Nato a Pittsburgh nel 1970, Stephen Chbosky è scrittore, editor, sceneggiatore. È anche il regista di Noi siamo infinito, il film con protagonisti Emma Watson e Logan Lerman tratto da questo suo primo romanzo, un vero e proprio fenomeno di culto che ha venduto più di mezzo milione di copie in America e ispirato centinaia di siti web.






RECENSIONE

Questa lettura mi ha accompagnato attraverso la vita di tre giovani ragazzi: Charlie, Sam e Patrick.
Distintamente ognuno di loro rappresenta una realtà che molti di noi hanno vissuto o hanno visto attorno a loro. Questo libro parla degli anni più difficili in cui ci ritroviamo a fare i conti con i primi problemi sociali, fisici e sentimentali. Questi tre personaggi non rappresentano la maggior parte dei ragazzi ma alcuni di loro che hanno trovato un modo personale di affrontare queste difficoltà. Loro sono quelli che normalmente sono visti come "diversi", "strani" e esiliati per come si presentano.
Charlie, riservato e solitario, è un ragazzo fragile ed è proprio questa parte di sé che lo aiuta a guardare il mondo con occhi più attenti. E' l'amico che capisce, è colui che saprà sempre che cosa vuoi. Charlie ti vede veramente per come sei e non giudica. Lui ti accetta. Nel suo modo di non riuscire a vivere è in realtà l'unico a vedere la vita per com'è. Grazie all'amicizia e all'amore, scoprirà di poter far parte del mondo, di poter agire. 
Sam, è una ragazza insicura e spezzata. Ha imparato a fingere e a nascondersi dietro un ruolo "troppo adulto" che svolge l'azione di mascherare se stessa. Lei in qualche modo cerca continuamente il modo di ferirsi in relazioni troppo complicate e mature.
Patrick, il fratellastro di Sam, è l'amico saggio ma usa l'ironia per proteggersi dagli altri. Lui cerca solo di essere amato per com'è, nonostante il suo amore sia diverso. Si ritroverà così ad affrontare la sua omosessualità in anni in cui questo viene rinnegato e condannato.
Il loro è un mondo di "giocattoli rotti" e saremo risucchiati dai loro disagi, dall'ingenuità e dal loro modo di continuare a rimanere in piedi nonostante si sentano in bilico su un filo.
Ci sono momenti, durante la lettura, in cui è inevitabile sentir bisogno di abbracciarli. Ci sentiremo parte di loro e di ciò che vivranno. 
Noi siamo infinito può essere visto come un diario che racchiude delle lettere. La voce che ci guiderà sarà quella di Charlie ed è infatti lui il protagonista principale. Sarà lui ad introdurci nella sua vita e in quella degli altri.
Questa storia è stata scritta per non abbandonarci mai. E' un libro da tenere con sé e custodire come un tesoro prezioso. Questi giovani "adulti" ci insegneranno a vedere le cose e a vivere i piccoli momenti come se fossero l'unica fonte di felicità ed è forse questo l'insegnamento più grande. Ci sono attimi in cui possiamo lasciarci andare e sentirci grandi, estesi senza corpo.
L'ho amato e lo consiglierei a chiunque perché questo libro è una di quelle letture di cui non si può far a meno o evitare.

FILM



PUNTEGGIO



Estratto preferito

"Caro amico, oggi ì stato uno di quei giorni in cui andare a scuola non mi è pesato: il tempo era così bello! Il cielo era velato di nuvole, e l'aria era calda e umida, come un bagno. Non credo di essermi mai sentito così pulito, prima. Arrivato a casa, ho dovuto tagliare il prato per guadagnarmi la paghetta, e l'ho fatto volentieri. Ho ascoltato la musica, ho respirato il giorno, ho cercato di imprimere le cose nella mia mente. Cose come passeggiare per il quartiere, e guardare le case e i giardini e gli alberi pieni di colore, e avere la sensazione che ciò sia sufficiente per essere felici."

2 commenti:

  1. La mia citazione preferita è: "Immagino che tutti noi ce ne dimentichiamo, ogni tanto. Credo che ciascuno di noi sia speciale, a suo modo. Ne sono convinto."
    Libro capace di aprirti gli occhi su molti aspetti della vita, rimane uno dei miei preferiti e inoltre grazie a lui ho cominciato a leggere classici *-* Complimenti per la recensione.
    Ti volevo inoltre chiedere se ti andava di scambiare i banner per il blog, il mio è questo:http://ilnostroangolodeisogni.altervista.org/
    Scusa se te lo scrivo qui ma non sapevo dove altro dirtelo e allora ne ho approfittato visto che avrei comunque commentato :)
    Buona serata :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima citazione!! Amo questo libro anch'io e penso sia quel piccolo tesoro da tenere sempre vicino! Charlie è e sarà sempre nel mio cuore come tutti gli altri personaggi di questa storia. Per i banner va benissimo! Ti contatto :-D!

      Elimina

Cerca nel blog