mercoledì 6 agosto 2014

Recensione: La casa per bambini speciali di Miss Peregrine - Ransom Riggs

Vorrei poter dare a questo libro una presentazione unica e speciale. Questo libro rappresenta qualcosa di prezioso e autentico. Tenerlo tra le mani, sentire l'odore delle pagine, lasciarsi trasportare dal quel tocco di antichità che figura tra le immagini, le presentazioni dei capitoli e la copertina. 
Vi parlo di un libro che mi ha conquistata e ha rapito una parte di me profonda. Ecco a voi: "La casa per bambini speciali di Miss Peregrine" di Ransom Ribbs.

SCHEDA DEL LIBRO


TITOLO: La casa per bambini speciali di Miss Peregrine 
AUTORE: Ransom Riggs
EDITORE: BestBur
PAGINE: 380 pg
PREZZO: 9,90 euro







TRAMA

Quali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico sopravvissuto allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista? Oppure sono qualcosa d'altro, e di tuttora presente, in grado di colpire ancora? Quando la tragedia si abbatte sulla sua famiglia, Jacob decide di attraversare l'oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa in cui, decenni prima, avevano trovato rifugio il nonno Abraham e altri piccoli orfani scampati all'orrore della Seconda guerra mondiale. Soltanto in quelle stanze abbandonate e in rovina, rovistando nei bauli pieni di polvere e dei detriti di vite lontane, Jacob potrà stabilire se i ricordi del nonno, traboccanti di avventure, di magia e di mistero, erano solo invenzioni buone a turbare i suoi sogni notturni. O se, invece, contenevano almeno un granello di verità, come sembra testimoniare la strana collezione di fotografie d'epoca che Abraham custodiva gelosamente. Possibile che i bambini e i ragazzi ritratti in quelle fotografie ingiallite, bizzarre e non di rado inquietanti, fossero davvero, come il nonno sosteneva, speciali, dotati di poteri straordinari, forse pericolosi? Possibile che quei bambini siano ancora vivi, e che - protetti, ma ancora per poco, dalla curiosità del mondo e dallo scorrere del tempo - si preparino a fronteggiare una minaccia oscura e molto più grande di loro?

AUTORE


RANSOM RIGGS è nato in Florida e si è diplomato al Kenyon College e alla Scuola di cinema e televisione della University of Southern California. Vive a Los Angeles, dove gira cortometraggi, scrive libri e tiene un blog. È anche fotografo, soprattutto di viaggio, e collezionista di foto.


http://www.ransomriggs.com/




BOOKTRAILER





RECENSIONE

Sono onorata di poter fare questa recensione e in parte mi sento come se avessi abbandonato un mondo di cui mi sentivo parte. L'effetto che le pagine di questo capolavoro lascia sulla pelle e dentro di noi è unico. L'autore ci porta insieme a Jacob alla ricerca della verità sulle storie di suo nonno. Storie uniche e particolari. 
Fin da piccolo Jacob ascoltava il nonno raccontare storie della sua infanzia. Parlava di un'orfanotrofio che lo aveva ospitato dopo la perdita dei suoi genitori durante la guerra. Questa casa era situata su un'isola e insieme a lui c'erano altri bambini. Questi bambini, però, non erano come tutti, erano speciali. Ognuno di loro aveva una specialità. Millard, ad esempio era invisibile, Victor sapeva alzare enormi pesi, poi qualcuno sapeva levitare, o riusciva a dar vita qualsiasi cosa oppure creava sfere di luce. Ognuno di loro era unico e tutti loro erano protetti dall'uccello: Miss Peregrine.
Il nonno di Jacob raccontava di loro e conservava delle fotografie in cui si vedevano con le loro stranezze. Il ragazzino, però, non sapeva se crederci o meno. Il nonno continuava a parlare di essere sfuggito per cercare i mostri. 
Crescendo l'interesse su questa storia sfumò e anche un solo piccolo riferimento faceva pensare alla pazzia del nonno. Un giorno, mentre si trovava al lavoro, Jacob ricevette una telefonata dal nonno delirante. Diceva che i mostri lo avevano trovato. Jacob pensò che stesse esagerando ed avvertì il padre. Quando raggiunse la casa del nonno qualcosa non andava, tutto era in disordine e lui non si trovava. Spinto dall'istinto si incamminò verso il bosco dietro casa e trovò suo nonno in fin di vita. Nelle ultime parole, il nonno, gli disse: "Trova il falco....dentro l'anello..oltre la tomba..3 settembre 1940". Alzando gli occhi Jacob vide una strana figura, qualcosa che lo spaventò a morte. Una figura terribile.
Da quel giorno, il ragazzo cominciò a dubitare che i mostri del nonno non erano solo nella sua mente e la morte del vecchio aggravò la situazione. Nei mesi successivi, nonostante le continue sedute dal psicologo, il giorno del suo completanno, la zia Susie gli consegna una lettera ritrovata nella casa del nonno, datata 15 anni prima e indirizzata a lui dal nonno stesso. Questa lettera riuscirà a convincere Jacob a partire alla ricerca di Miss Peregrine e dell'orfanotrofio.
In questo viaggio saremo catapultati in un'isola stranissima, abitata da persone ancora più strane e lontane da tutti. Le immagine che le parole della storia ci evocano si colorano di seppia e ci donano atmosfere cariche di mistero e in certi punti un po' paurose. I personaggi che l'autore ha creato sono meravigliosi, soprattutto i ragazzini. Ho adorato ognuno di loro. Le fotografie che accompagnano la lettura ci aiutano a darci un'idea vera di come quei bambini siano reali, non solo nella storia ma lo diventano dentro di noi.  
Avrei voluto leggere questo libro il più lentamente possibile ma ogni capitolo ti portava a continuare come se fosse di vitale importanza saperne sempre di più. 
Porto tutti loro nel cuore e devo davvero ringraziare questo autore per questo regalo. Per quanto mi riguarda questo libro è diventato uno dei miei preferiti.

PUNTEGGIO


1 commento:

  1. Ciao, io faccio parte di quella fetta di web che l'ha amato *-*
    Ma solo a me alcuni passaggi sembravano poco chiari (sarà che l'ho letto divorandolo a tal punto da non soffermarmi) ?
    Attendo con ansia il secondo e il terzo libro e li comprerò sicuramente!
    La recensione sul mio piccolo blog, se ti interessa, la trovi qui > Raggy - Recensione de La casa per bambini speciali di Miss Peregrine, mi scuso per l'eventuale spam insesiderato...
    Rainy

    RispondiElimina

Cerca nel blog