martedì 26 agosto 2014

Recensione: La ragazza che leggeva nei cuori - Teri Brown

Ciao a tutti! Oggi vi voglio parlare di un libro che ho comprato un po' di tempo fa e che ancora aspettava di essere letto. In realtà, alla sua uscita, non vedevo l'ora di leggerlo ma purtroppo sappiamo tutti che negli ultimi mesi siamo stati bombardati di letture interessanti e nuove serie. Comunque finalmente posso poterne parlare. La serie all'estero sta continuando ma qui in Italia siamo ancora fermi al primo volume e sinceramente è un peccato, a volte per definire alcune letture c'è bisogno di leggere i successivi. Queste sono le copertine originali:



Novella e Secondo volume ancora inediti in Italia!



SCHEDA DEL LIBRO


TITOLO: La ragazza che leggeva nei cuori (#1 Born of Illusion)
AUTORE: Teri Brown
EDITORE: Corbaccio
PAGINE: 311 pg
PREZZO: 14,90 euro







TRAMA

New York, anni Venti, i famosi Roaring Twenties: Anna ha sedici anni e fin da bambina aiuta la madre, una famosa medium, negli spettacoli. Ma, contrariamente a sua madre che è un'abile attrice, Anna ha veramente il dono di "sentire" le emozioni altrui e di predire il futuro. E in questo futuro vede sua madre in pericolo: le sue visioni si fanno sempre più intense e spaventose, al punto che Anna decide di esplorare fino in fondo questa parte di sé che aveva sempre negato. Così, quando Cole, un ragazzo misterioso, si trasferisce in un appartamento vicino e introduce Anna a una società segreta che studia proprio persone come lei, Anna si trova costretta a confrontarsi con il suo passato e con le certezze della sua vita. Ma Anna è anche una sedicenne come tante altre, con i suoi istinti ribelli, i suoi capricci e la sua rabbia esplosiva. E, come tutte le ragazze della sua età, anche lei è alla ricerca dell'amore e dell'affermazione di se stessa. Riusciranno le sue abilità a districare la rete di intrighi in cui, suo malgrado, è caduta? E, soprattutto, la sua sensibilità sarà in grado di farle individuare qual è il suo vero destino? Riuscirà Anna l'illusionista, brava a liberarsi da quasi tutto, a liberarsi dai condizionamenti e a seguire il suo cuore?

AUTORE


Teri Brown vive con il marito e i figli a Portland, in Oregon. Appassionata di animali, amante di sport come il parasail e il free climbing, lettrice compulsiva innamorata di Francis Scott Fitzgerald, ha scritto numerosi libri sotto pseudonimo prima di presentarsi al pubblico internazionale con "La ragazza che leggeva nei cuori".


http://www.teribrownbooks.com/index1.html




BOOKTRAILER




RECENSIONE

Questo libro mi ha entusiasmato fin dalla sua uscita e anche se la sua lettura è arrivata un po' in ritardo ho sempre aspettato il momento giusto in cui poterlo leggere.
Siamo nella New York degli anni 20. Le protagoniste sono due donne: una madre medium e la figlia di nome Anna. 
Anna segue la madre fin da piccola nelle sue esibizioni, aprendo lo spettacolo con piccoli giochi di magia o durante le sedute spiritiche. 
Durante uno di questo "incontri con gli spiriti", una donna chiede di poter parlare con il figlio morto in guerra. Le due donne sono ben organizzate per far credere ciò che vogliono ma questa volta qualcosa sfugge al loro controllo. Anna riesce a percepire qualcosa di strano e inizia a sentire una voce. Il figlio morto della donna sta veramente comunicando con lei.
Scioccata dell'evento, Anna mantiene il segreto. Da quel momento, però, emergono incubi premonitori e la continua sensazione di avvertire gli stati d'animo delle persone attorno a lei.
Tutto questo avviene in contemporanea all'arrivo di un giovane nobile nel suo stesso palazzo. Grazie a lui, Anna, scoprirà di non essere sola. Il ragazzo, infatti, è un "conduttore" e la sua presenza aiuta persone come lei a sviluppare il proprio potere. 
A questa scoperta verrà a conoscenza di una società che studia i poteri paranormali e questo comporterà l'inizio delle sue disavventure. 
E' una storia con un buon potenziale ma la lettura risulta lenta e inconcludente. Fino a metà libro si continuerà a girare attorno alle vicende senza approfondire. 
L'ambientazione e i personaggi risultano inizialmente interessanti e misteriosi ma in seguito perderanno la loro personalità. Il finale mi è sembrato forzato e sbrigativo, venendo così a mancare nel colpo di scena. L'autrice farà intraprendere alla protagonista  molte strade abbandonandole senza risultati o motivazioni. 
Personalmente ho trovato difficoltà nel portare a termine questa lettura visto il mancato coinvolgimento.


PUNTEGGIO




Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog