giovedì 18 dicembre 2014

Recensione: Beastly di Alex Flinn

Buongiorno a tutti! Adoro le favole, soprattutto mi piace poter leggere le trasformazioni che certi autori hanno portato su alcuni titoli. La mia preferita in assoluto è e sarà sempre "La bella e la bestia" e come potevo perdermi la rielaborazione in chiave Gothic/dark/moderno?

SCHEDA DEL LIBRO

TITOLO: Beastly
AUTORE: Alex Flinn
EDITORE: Giunti
PAGINE: 382 pg
PREZZO: 5,90 euro








TRAMA

Kyle Kingsbury, ricco, bello e popolare si prende gioco di una ragazza piuttosto bruttina della sua classe di nome Kendra, una vera e propria strega in incognito. Lei allora lo maledice per la sua cattiveria, tramutandolo in una bestia; gli concede però due anni per rompere l'incantesimo, perché pochi istanti prima di trasformarsi, Kyle compie un atto di gentilezza, donando alla ragazza della biglietteria una rosa che la sua partner si era rifiutata di indossare per il ballo. L'unico modo di rompere l'incantesimo e ritornare alla sua bellezza è amare ed essere corrisposto.

AUTORE

Alex Flinn è una scrittrice statunitense, conosciuta in Italia per il suo romanzo Beastly, da cui è stato tratto un film omonimo. Ha scritto altri romanzi inediti, qui, nel nostro paese.









IL FILM

Questo è il riadattamento tratto da questo libro anche se lo trovo molto diverso.




RECENSIONE

Era da molto tempo che volevo leggere questo libro, soprattutto perché amo le favole e quella della "Bella e la bestia" è per me la più incantevole. In questa versione moderna, la bestia è un ragazzo popolare, vanitoso, sicuro di se stesso e del suo aspetto, pronto a giudicare chiunque non rientri nei suoi parametri di bellezza.
Kyle, pagherà amaramente questo suo atteggiamento, umiliando la persona sbagliata, Kendra, che si rivelerà essere una strega.
La maledizione che lo colpisce lo trasforma in una bestia e questo suo nuovo aspetto lo costringe all'isolamento. L'incantesimo per essere spezzato ha bisogno del vero amore. 
Kyle lo troverà in una ragazza "venduta", alla bestia, dal suo stesso padre. Un padre drogato e malato. La nostra nuova "Bella", è diversa dalla bellissima ragazza che ricordiamo della disney ma l'autrice ha mantenuto un piccolo particolare, l'amore per i libri.
La storia mantiene uno fondo prevalentemente cupo e non ci sono momenti di romanticismo soliti nelle fiabe ma semplici scene di quotidianità che forse renderanno la loro storia più vera alla realtà. 
E' una lettura scorrevole e leggera adatta come stacco tra letture più impegnative. 
Per chi ama le rielaborazioni è un libro piacevole e una buona alternativa alla storia originale che rimarrà sempre la mia preferita. 
E' una storia che ti porta a capire l'importanza di come siamo dentro e di come l'aspetto non deve essere posto in primo piano. La favola la conosciamo tutti ma se volete avere una nuova versione questa è una lettura che non vi impegna molto tempo e vi da una interpretazione più moderna.

PUNTEGGIO


Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog