mercoledì 14 gennaio 2015

Carta e Penna: Wishlist!


L'appuntamento del mercoledì sapete che ormai sarà prefissato su questa rubrica, dove vi parlerò degli ultimi libri che ho scoperto ed ho inserito nella mia wishlist.




TITOLO: La Rabdomante
AUTORE: Bradford Morrow
EDITORE: Elliot 
PAGINE: 320 pg
PREZZO: 17,50 euro

TRAMA


Cassandra Brooks è una "strega dell.acqua", una rabdomante, e ha ricevuto questo dono da suo padre. All'abilità nel trovare nuove falde idriche, si affianca una dote più ingombrante: la preveggenza. La prima volta era ancora una bambina, quando ha avuto la visione della morte del fratello maggiore. Da allora vive con il rimorso di non aver potuto far niente per impedirla. Ora che è adulta e madre single di due gemelli, arrotonda lo stipendio di insegnante part-time con gli incarichi come rabdomante che le arrivano dai proprietari della zona, cercando di tenere a bada l'altro aspetto, che la inquieta moltissimo. Un giorno, mentre cammina in una foresta alla ricerca di acqua per un cliente, si imbatte nella visione scioccante di una ragazza impiccata a un albero. Tornata sul luogo con la polizia, però, del corpo non c'è traccia, e questo contribuisce ad alimentare la diffidenza che la accompagna da anni. Il mattino seguente, Cass e lo sceriffo, suo amico di vecchia data, si aggirano nuovamente per il bosco in cerca di indizi, quando all'improvviso tra gli alberi avanza una giovane in evidente stato di shock. Da quel momento strani fatti iniziano a verificarsi, tra visioni e oscuri presagi, stringendo Cass in un inquietante susseguirsi di pericoli, in una sfida mortale che affonda le radici nel suo lontano passato.


TITOLO: La stella nera di New York
AUTORE: Libba Bray
EDITORE: Fazi
PAGINE: 585 pg
PREZZO: 14,90 euro

TRAMA  

New York City, 1926. I vetri dei grattacieli risplendono dei bagliori di mille feste animate da balli sfrenati a ritmo di charleston e dal tintinnio delle perle sui vestiti luccicanti. L'alcol scorre a fiumi nonostante i divieti e, a giudicare dall'effervescenza di Manhattan, il mondo sembra destinato a un futuro radioso. È qui che in seguito all'ennesima eccentricità viene spedita dai genitori l'irriverente Evie O'Neill, una ragazza dell'Ohio che non aspetta altro che tuffarsi tra le infinite possibilità offerte dalla metropoli. A ospitarla è lo zio Will, un professore, parente dei Fitzgerald, che dirige il Museo Americano del Folklore, delle Superstizioni e dell'Occulto, detto anche Musco del Brivido: un luogo magico dal fascino decadente, che custodisce nelle sue teche e tra i suoi bui corridoi le tracce del retroterra misterioso dell'America. Ma quando lo sfolgorio della città viene oscurato da una serie di delitti a sfondo esoterico, New York precipita in un vortice di paura ed Evie, che da subito assiste lo zio nella consulenza alla polizia, è chiamata a collaborare alle indagini, anche per quel suo dono di vedere il passato delle persone toccando un oggetto a loro appartenuto. Muovendosi tra fumosi jazz club e bassifondi urbani, scintillanti negozi e sale spettrali, la ragazza s'inoltrerà insieme a molti compagni di strada in un gorgo di eventi evocato dal passato, e che nel passato dovrà essere ricacciato, pena il sopravvento di un antico male oscuro.


TITOLO: Le case degli altri
AUTORE: Jodi Picoult
EDITORE: Tea
PAGINE: 623 pg
PREZZO: 12 euro

TRAMA  

Jacob Hunt è un adolescente autistico. Non sa interpretare i comportamenti e i gesti degli altri e gli altri non capiscono i suoi. Come molti ragazzi affetti dalla sindrome di Asperger, Jacob ha degli interessi spiccati, anzi ossessivi: la sua passione sono i casi giudiziari e più di una volta si è presentato sulla scena di un crimine per offrire il suo aiuto, spesso risolutivo, alla polizia. Il fratello minore Theo, invece, è un tipo del tutto diverso, cioè... normale. Fin da piccolo però ha dovuto confrontarsi con le stranezze di Jacob e anche lui ha finito per sviluppare una personale ossessione: spiare le case degli altri, quelle delle famiglie diverse dalla sua, cioè delle famiglie normali, che a lui sembrano più felici. La sua gli sembra una famiglia con una vita troppo complicata, che diventa addirittura impossibile quando accade un fatto terribile: l'insegnante di sostegno di Jacob viene ritrovata morta e con segni di violenza sul corpo. Molti indizi sembrano condurre a Jacob, che finisce in tribunale, dove, inevitabilmente, tutte le manifestazioni della sua sindrome, l'incapacità di guardare negli occhi, i tic, i gesti compulsivi, vengono interpretate come prove di colpevolezza. Ma che cosa è successo davvero quel giorno?  


Con questo appuntamento ci ritroviamo la
prossima settimana!!

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog