mercoledì 28 gennaio 2015

Recensione: Le sette sorelle - Lucinda Riley

La mia ultima lettura, in realtà, ha occupato un po' di tempo, sia per il numero di pagina sia per l'intensità della storia. Oggi voglio parlarvi di "Le sette sorelle" di Lucinda Riley.

SCHEDA DEL LIBRO

TITOLO: Le Sette Sorelle. Maia (#1)
AUTORE: Lucinda Riley
EDITORE: Giunti
PAGINE: 576 pg
PREZZO: 9,90 euro







TRAMA

Bellissima eppure timida e solitaria, Maia è l'unica delle sue sorelle ad abitare ancora con il padre ad Atlantis, lo splendido castello sul lago di Ginevra. Ma proprio mentre si trova a Londra da un'amica, giunge improvvisa la telefonata della governante. Pa' Salt è morto. Quel padre generoso e carismatico, che le ha adottate da bambine raccogliendole da ogni angolo del mondo e dando a ciascuna il nome di una stella, era un uomo di cui nessuno, nemmeno il suo avvocato e amico di sempre, conosceva il passato. Rientrate precipitosamente nella villa, le sorelle scoprono il singolare testamento: una sfera armillare, i cui anelli recano incise alcune coordinate misteriose. Maia sarà la prima a volerle decifrare e a trovare il coraggio di partire alla ricerca delle sue origini. Un viaggio che la porterà nel cuore pulsante di Rio de Janeiro, dove un vecchio plico di lettere le farà rivivere l'emozionante storia della sua antenata Izabela, di cui ha ereditato l'incantevole bellezza. Con l'aiuto dell'affascinante scrittore Floriano, Maia riporterà alla luce il segreto di un amore sbocciato nella Parigi bohémienne degli anni '20, inestricabilmente legato alla costruzione della statua del Cristo che torreggia maestosa su Rio. Una vicenda destinata a stravolgere la vita di Maia

AUTRICE

Lucinda Riley è nata in Irlanda e ha esordito come scrittrice a 24 anni. Vive tra il Norfolk e il Sud della Francia, con il marito e i quattro figli. 
Il giardino degli incontri segreti (Giunti 2012) è diventato un bestseller internazionale e in Italia è balzato subito ai primi posti delle classifiche. Sempre per Giunti sono usciti La luce alla finestra (2013), Il segreto della bambina sulla scogliera (2013) e Il profumo della rosa di mezzanotte (2014). I suoi romanzi sono tradotti in più di 26 Paesi.





RECENSIONE

Siamo a Ginevra e una casa che porta il nome di "Atlantis" sorge sulle rive di un lago. Qui vivono sette sorelle, ognuna porta il nome di una delle sette stelle della nota costellazione delle Pleiadi. Pa' Salt è il loro papà adottivo e Marina, la governante è diventata una figura al pari di una madre.
Maia, la più grande delle sorelle si trova a Londra quando apprende la notizia: Pa' Salt è morto.
La ragazza incredula cerca di avvisare le altre sorelle e torna ad Atlantis. Arrivata scopre che il funerale si è già svolto per volontà di suo padre e che l'unico motivo per riunire tutte è il testamento.
Arrivate le altre sorelle, il testamento viene svelato. Ad ognuna oltre ad una somma di denaro mensile verrà lasciata una lettera e una particolare sfera armillare nel piccolo giardino preferito del padre.
In questa sfera, ogni anello porta il nome di una delle ragazze con delle coordinate precise.
Dalla lettera scopriranno che quelle coordinate sono il luogo esatto in cui ognuna di loro è nata e avranno l'assoluta libertà di seguirle per cercare informazioni sulla loro famiglia.
Maia, al contrario della altre sorelle, non è mai andata via da "Atlantis" infatti vive proprio vicino alla sua casa e vede in questa possibilità un modo per provare a cambiare le cose e soprattutto scoprire qualcosa sulla sua famiglia d'origine.
Degli eventi la portano a compiere la scelta e senza rendersene conto si ritrova a Rio, in Brasile. 
Le coordinate le indicano l'esatto punto in cui sorge una villa e in questo viaggio alla ricerca di se stessa sarà accompagnata da Floriano, uno scrittore del posto per cui lei ha svolto il lavoro di traduzione del suo romanzo.
Questo libro racchiude una magia. Tra la storia delle sette sorelle scorre qualcosa di indefinibile, ed è proprio questa corrente magica che corre tra le mura di Atlantis fino alla storia di queste ragazze.
Ogni ragazza ha una personalità diversa e anche se in questo primo libro conosceremo soprattutto Maia, riusciamo comunque a capire i loro caratteri e qualche dettaglio che le contraddistingue. 
La figura di Pa' Salt è misteriosa e lo sarà per tutta la lettura e le domande che prenderanno forma su questo uomo saranno tante. 
La storia che Maia scoprirà a Rio è struggente e coinvolgente. Ci ritroveremo a seguire non solo la ricerca della ragazza ma anche la vera storia sulla famiglia sconosciuta. 
Incontreremo mistero, romanticismo, nobiltà, dettagli su Rio e sul Brasile. Viaggeremo in una Parigi degli anni '20 e scopriremo qualche accenno su come gli artisti si rapportavano a quegli anni.
Lucinda Riley ha creato un capolavoro, il suo modo di scrivere, nonostante la storia sia molto "corposa" non risulta pesante nella narrazione e i cambi di tempo e luogo non vi risulteranno difficili da seguire. 
Questa storia ci rapisce e ci dona l'immagine di un mondo che quasi sembra non avere una collocazione. Ho amato ogni singola cosa di questo libro e soprattutto mi ha dato modo di scoprire una scrittrice di vero talento. 
Spero davvero di poter leggere i seguiti di una storia che si prospetta avrà ancora molto da dare.

PUNTEGGIO


Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog