martedì 19 maggio 2015

Recensione: I piaceri della notte di Sylvia Day (Harlequin Mondadori)

Buongiorno, ringrazio Harlequin Mondadori per avermi inviato il libro di cui vi parlerò oggi, nonostante non sia assolutamente il mio genere, però ci proviamo :-)!

SCHEDA DEL LIBRO

TITOLO: I piaceri della notte (#1)
AUTORE: Sylvia Day
EDITORE: Harlequin Mondadori
PAGINE: 283 pg
PREZZO: 14,90 euro








TRAMA

In un mondo parallelo al nostro, i Guardiani dei Sogni combattono contro gli Incubi per salvaguardare gli umani. La bella Lyssa Bates non sa di essere una pedina importante in questo gioco. Quello che sa è che nei suoi sogni le appare un uomo passionale e virile, che le dona piaceri indicibili. Quando il protagonista di quei torridi amplessi si presenta alla sua porta, Lyssa è sempre più turbata. Lui è l'aitante Aidan che combatte le sue battaglie e cerca di vincere anche l'istinto che lo porta a proteggerla, ad amarla... Ma il mistero s'infittisce: qual è il vero motivo per cui Lyssa è in pericolo? In una lotta senza esclusione di colpi in cui il confine tra nemici e alleati è sempre più labile, il vero rischio è non riuscire a salvare una passione per cui vale la pena tentare il tutto per tutto.

AUTORE

Numero 1 nella classifica del 'New York Times' e dei bestseller internazionali, Sylvia Day è autrice di oltre venti romanzi pluripremiati e tradotti in più di quaranta paesi. È stata al primo posto nelle classifiche di ventisette paesi e i suoi libri, complessivamente, hanno venduto più di dieci milioni di copie. I diritti televisivi della serie 'Crossfire', la più amata dalle sue lettrici, sono stati opzionati da Lionsgate. Dell'autrice, Mondadori ha pubblicato inoltre A nudo per te, Riflessi di te, Nel profondo di te, In gioco per te ' che compongono i primi quattro volumi della serie 'Crossfire' ', Sette anni di peccato, Orgoglio e piacere, Marito amante e Chiedimi di amarti, primo libro della serie Georgiana.



RECENSIONE

Aidan è un Guardiano e il suo lavoro consiste nel scacciare gli incubi dagli umani definiti con il nome "Sognatori". Grazie al loro modo di entrare nella mente di chi gli viene affidato, riescono a evocare delle immagini più rilassanti rendendo il sonno tranquillo.
Gli incubi sono molti e si diffondono velocemente e i Guardiani devono tenerli a bada finché non riescono a trovare "La Chiave", l'unico strumento in grado di tenerli fuori dalla mente dei Sognatori per sempre.

"Aidan sospirò. A differenza dei parassiti più astuti che sapevano da dove arrivassero i loro pasti, gli Incubi prosciugavano i loro ospiti fino alla morte. Lasciare i Sognatori inermi avrebbe assicurato l'estinzione della razza umana e, forse, del loro intero piano di esistenza."

La protagonista è Lyssa, una veterinaria, costantemente stanca ma non per l'insonnia ma al contrario, continua a voler dormire.
Il suo medico, preoccupato e vedendo il suo aspetto indebolirsi sempre di più è già pronto a mandarla alla clinica del sonno per monitorare la sua fase REM. 
Lyssa è la Sognatrice affidata a Aidan ma nei sogni della ragazza troverà solo buio e vuoto.
Questo fatto lo incuriosisce molto e lui è l'unico tra i Guardiani ad essere riuscito ad entrare e poter stabilire un contatto con lei. 

"Non sai come sognare. Tutte le infinite possibilità che la tua mente è in grado di creare, i posti dove potresti andare, le cose che potresti fare, le persone con cui potresti stare, invece non ti concedi niente del genere."

Aidan si sente diverso con lei, come se sentisse il bisogno di proteggerla. Gli anziani convocandolo gli parleranno dei loro sospetti verso di lei, secondo loro lei è la Chiave. 

"..questa donna è unica con la sua capacità di tenere la porta sbarrata sia agli incubi sia ai guardiani."

Aidan non accetta questa loro opinione ma è il prescelto per capire la verità ed eventualmente eliminarla. 
L'autrice ha intrecciato il genere "paranormal" al genere "erotico" ideando una storia sicuramente originale. Non essendo una lettrice del suo genere abituale preferisco dare un mio commento sulla parte che conosco maggiormente.
La narrazione, soprattutto all'inizio in cui conosciamo il mondo dei Guardiani, mi sembra un po' confusa. Ho spesso riletto certi passaggi per capire che cosa l'autrice voleva raccontarci di loro e sul loro scopo nella storia. La stessa sensazione l'ho ritrovata sulle spiegazioni della "Chiave" dove ci ritroviamo ad essere introdotti sul mondo del sogno e che l'autrice, nonostante si noti la sua conoscenza in materia, secondo il mio punto di vista, non riesce a rendere la spiegazione più semplice e chiara.
I Guardiani sono l'immagine dell'uomo virile, sicuri di se stessi e capaci di soddisfare qualsiasi richiesta, abituati ad una vita composta da divertimento e donne.
Il personaggio femminile ha un ruolo davvero interessante. I Guardiani la descrivono come uno dei soggetti più complicati ma durante la lettura non ci saranno ostacoli che ci daranno effettivamente modo di capire questo, infatti Aidan riuscirà ad entrare in contatto con lei senza problemi.
Questi sono i difetti che mi sono balzati agli occhi durante la lettura ma che non tocca invece l'altra parte che caratterizza questa storia. Le scene erotiche sono comunque tante e descritte in dettaglio.
Personalmente non sono in grado di consigliarlo o meno perché è l'unico libro che leggo di questa autrice e di questo genere. Sono comunque contenta di aver avuto la possibilità di rapportarmi con una tematica nuova, è stata un'esperienza diversa e divertente.

PUNTEGGIO


Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog