sabato 16 maggio 2015

Recensione: Una meravigliosa bugia di Jamie McGuire

Buon sabato sognatori! Oggi vi parlo di un'uscita molto recente edita da Garzanti: "Una meravigliosa bugia" primo libro della serie Happenstance di Jamie McGuire.

SCHEDA DEL LIBRO


TITOLO: Una meravigliosa bugia (#1 Happenstance)
AUTORE: Jamie McGuire
EDITORE: Garzanti
PAGINE: 116 pg
PREZZO: 10 euro








TRAMA


Erin è all'ultimo anno di liceo e da sempre si sente diversa. Perché al contrario dei suoi compagni non ha una bella macchina, non veste alla moda, non va alle feste. Perché Erin è cresciuta da sola, con una madre che non riesce a prendersi cura di lei. Il suo unico desiderio è quello di fuggire. Fuggire da quella città, da quella scuola, dagli altri ragazzi che non fanno altro che criticarla. Fuggire e ricominciare da zero. Ma un giorno nella gelateria dove lavora entrano due occhi verdi che Erin conosce bene. Appartengono a Weston, il ragazzo più popolare del liceo. Weston che non ha paura di nessuno e ottiene sempre quello che vuole. Nessuna riesce a resistergli e ora all'improvviso sembra accorgersi proprio di lei. Lei che si è sempre sentita inadeguata e imperfetta. Erin non ha dubbi, non può cadere nella trappola di quello sguardo. Da un tipo così bisogna stare il più lontano possibile. È la scelta sbagliata. Eppure bastano solo poche ore passate a parlare per scoprire che dietro l'immagine di ragazzo forte e invincibile si nasconde un animo pieno di sogni. Sogni che paiono irrealizzabili come quelli di Erin. Weston è il solo che comprende le sue insicurezze e le sue paure. Il solo che la fa sentire protetta, al sicuro. Ma lasciarsi andare non è facile. Soprattutto ora che una notizia inaspettata ha cambiato ogni cosa. Perché la vita può essere tutta una bugia. Per Erin permettere a qualcuno di avvicinarsi tanto da non avere più segreti è un'impresa ardua. Quasi impossibile.

AUTORE

Jamie McGuire è nata e cresciuta in Oklahoma dove ha studiato, ha iniziato a scrivere, ha conosciuto suo marito con il quale vive assieme ai tre figli, i loro cavalli, cani e gatti.
Ha pubblicato diversi romanzi tra cui la trilogia - Uno splendido disastro (2013), Il mio disastro sei tu (2013) e Un disastro è per sempre (2014) -, tutti editi da Garzanti, con la quale ha raggiunto il successo internazionale di critica e pubblico.
Nel 2014 un altro romanzo legato a questa trilogia, Uno splendido sbaglio, ha immediatamente scalato le classifiche di vendita.



RECENSIONE


" - Perché mi hai portato qui? - 
Alzò le spalle. Stava mordicchiando la cannuccia, un gesto che trovai stranamente affascinante.
- Perché no? -
- C'è un'infinità di perché no. Io però ti stavo chiedendo l'unico perché si - "

In questo primo capitolo della trilogia "Happenstance" conosciamo Erin, una protagonista coraggiosa che nonostante gli insulti e le umiliazioni che deve subire tutti i giorni a scuola, riesce ad andare avanti a testa alta.
Erin, purtroppo, non ha una situazione facile nemmeno a casa, la madre è depressa e drogata e non è mai stata presente per lei.
All'improvviso, però, qualcosa cambia, Weston, un ragazzo che conosce fin dall'asilo inizia a parlarle e a difenderla. Tra i due inizia così qualcosa che va oltre l'amicizia. 
Il ragazzo capita proprio nel momento giusto perché Erin viene catapultata in un vortice di colpi di scena.
La storia, nella prima parte, richiama lo stile della McGuire perdendosi nella seconda parte del libro.
Nonostante le tematiche importanti e "nuove" la storia risulta superficiale e tutti i personaggi coinvolti non hanno nessun tipo di reazione. 
Tutto viene velocizzato e risolto in poche pagine, dimenticando anche altri fattori molto importanti.
Credo che questa storia abbia delle buone basi ma l'autrice non ha saputo svilupparle in modo adeguato, forse, secondo il mio punto di vista la McGuire è più indicata per dei romanzi e non per le novelle. L'idea perde così di significato lasciando una forte delusione per chi ama questa autrice. 
La lettura è veloce e coinvolgente e vista la brevità si legge tranquillamente in poco tempo, consigliabile come intermezzo tra una lettura impegnativa e l'altra o per qualche giornata fuori casa.

PUNTEGGIO

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog