mercoledì 27 maggio 2015

Recensioni in pillole: Il Libro di Julian di R.J. Palacio



Sognatori, purtroppo questo mese è stato più difficile del previsto. Emicrania e blocco del lettore non hanno aiutato ma ho pensato di rimediare parlando brevemente delle mie ultime letture. La prima piccola recensione è dedicata ad un'uscita recente: "Il libro di Julian" di R.J. Palacio.



TITOLO: Il libro di Julian
AUTORE: R.J. Palacio
EDITORE: Giunti
PAGINE: 128 pg
PREZZO: 7,90 euro

TRAMA


Julian non si capacita di come siano andate le cose nell'ultimo anno scolastico. Era il ragazzo più popolare della classe e si ritrova ad essere escluso dai compagni e costretto a cambiare scuola. Solo per aver fatto delle battute! Ma lui ha sempre fatto dell'ironia, e tutti ridevano, prima! Appena arrivato in classe, Auggie, il nuovo compagno di scuola affetto dalla sindrome di Treacher-Collins, lo aveva veramente turbato. Fin da piccolissimo, infatti, Julian aveva il terrore degli zombi e la faccia deforme di Auggie gli aveva fatto tornare gli incubi infantili. Era questo il vero motivo del suo accanimento. Era stato sospeso da scuola quando il preside aveva scoperto i bigliettini che Julian faceva trovare ad Auggie e al suo ex amico Jack e così non aveva potuto partecipare alla gita scolastica. Un provvedimento che i genitori non avevano mai accettato, accusando la scuola di aver sottovalutato la difficoltà della situazione che l'inserimento di Auggie in classe avrebbe comportato. Durante l'estate, però, Julian scopre una verità sconvolgente sulla sua nonna francese. Lei, ebrea, gli confessa che durante la guerra era stata salvata dallo "storpio" della classe, il "Tartaruga", come lo chiamavano tutti deridendolo. Solo pochi giorni prima di essere deportato egli stesso, perché non "perfetto", le aveva dato il suo primo bacio. Il suo nome era Julian.

COMMENTO PERSONALE:

Ho terminato questa lettura questa mattina e dopo aver letto Wonder che mi ha piacevolmente sorpresa, sono rimasta molto colpita anche da questo racconto breve.
In queste pagine ritroveremo Julian, il bullo, il ragazzo che non riuscirà ad accettare August e il suo aspetto. Julian, in realtà, è così anche per colpa dei genitori, i quali dimostrano di non dare il buono esempio al figlio. Il punto forte sarà la nonna di Julian e la sua storia molto toccante.
Il messaggio di base di questa storia è semplice ma immediato. L'anormalità ci spaventa e non tutti riescono a gestirla, sia per pregiudizio sia per l'incapacità di relazionarsi con essa.
Ho adorato Wonder e questa sensazione si è estesa anche a questo racconto. Il punto di vista dei vari personaggi mi ha sempre colpito e credo sia necessario capire anche la storia del protagonista "negativo". Tutti agiamo in un certo modo per dei motivi ma gli errori possono anche migliorarci come persone. Alla fine di questo libro, Julian, mi è sembrato molto più maturo dei genitori riuscendo ad ammettere la verità.
Questi due libri sono un piccolo tesoro di messaggi importanti utili nella vita e nel rapporto con gli altri. La lettura è veloce e coinvolgente, i personaggi sono piacevoli e le situazioni ci presentano delle realtà valide e credibili. Consigliatissimo!

PUNTEGGIO

2 commenti:

  1. W la nonna di Julian!
    E in generale le nonne e zie della letteratura, che regalano sempre bellissimi momenti <3
    Questo capitolo aggiuntivo serviva per completare Wonder, perchè durante la lettura del romanzo Julian è "il cattivo", ma si tende a dimenticarsi che è anche lui piccolo.
    Mi è piaciuto moltissimo, per alcuni versi anche più del libro a cui fa riferimento, che secondo me é un po' scaduto con il finale "tutti abbracciati e vogliamoci bene" che fa tanto film cristiamo americano :)
    Bella recensione <3
    Un bacio

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo sul finale del precedente, questo ha avuto una fine più adeguata, senza forzature. La nonna di Julian ha vinto come personaggio e storia, molto emozionante. In mezza pagina ha avuto più maturità lei rispetto a tutti gli altri adulti :-D! Speriamo arrivino anche gli altri piccoli racconti speciali! Bacio

    RispondiElimina

Cerca nel blog