martedì 8 settembre 2015

Recensione: "Dopo di lei" di Joyce Maynard (Harlequin Mondadori)

Buon pomeriggio cari lettori, oggi, 8 Settembre, esce in libreria un nuovo romanzo edito da Harlequin Mondadori dal titolo "Dopo di lei" di Joyce Maynard. Il libro mi è stato gentilmente inviato dalla casa editrice in anteprima e proprio oggi vi propongo la mia recensione.

SCHEDA DEL LIBRO

TITOLO: Dopo di lei
AUTORE: Joyce Maynard
EDITORE: Harlequin Mondadori
PAGINE: 284 pg
PREZZO: 16 euro

Link acquisto: Amazon!

TRAMA


È l'estate del 1979 a Marin, California. Rachel e la sorellina Patty esplorano indisturbate la montagna dietro casa, lasciate un po' a loro stesse da un padre detective di polizia, affascinante e molto impegnato, e da una madre triste e depressa, che si occupa di loro un po' da lontano. Possono sperimentare la libertà, i giochi di un'infanzia senza confini, inventarsi le giornate senza seguire alcuna regola in particolare. Finché un giorno delle giovani donne iniziano a essere uccise su quella montagna. Il padre di Rachel viene incaricato del caso, il più importante e difficile che gli sia mai stato affidato. Ma la sua grande occasione si trasforma presto in un fallimento, quando tarda a trovare il Killer de Tramonto. Per aiutarlo Rachel e Patty decidono allora di lanciarsi nel gioco più pericoloso che abbiano mai azzardato: iniziano a investigare, mettendo a rischio se stesse e compromettendo per sempre la carriera del padre. Sono passati trent'anni da quell'estate, e Rachel, ora affermata scrittrice, non è ancora riuscita a dimenticarla ed è per liberarsene per sempre che decide di raccontarla.

BIOGRAFIA

Joyce Maynard scrittrice a livello internazionale, prima di dedicarsi completamente alla scrittura dei suoi romanzi, è stata una giornalista, un editor e un commentatore radio.
I suoi romanzi hanno ispirato la realizzazione di due film. "Da morire", con protagonista la giovane Nicole Kidman, è arrivato sul grande schermo nel 1995 diretto da Gus Van Sant mentre "Un giorno come tanti", interpretato da Kate Winslet e Josh Brown, è stato realizzato nel 2003.





RECENSIONE

Rachel e Patty sono le protagoniste di questa storia. Due sorelle unite in un rapporto bellissimo e profondo, in cui ognuna delle due condivide le proprie idee, pensieri, fantasie con l'altra.
Rachel e Patty amano il papà, nonostante lui sia andato via di casa, lasciandole con una madre depressa e rinchiusa in camera.
Non potendo permettersi la tv via cavo, le due sorelle ogni sera cercano dalle finestre dei vicini in cui poter seguire qualcosa, nonostante l'audio non arrivi al di fuori, si inventano i dialoghi rendendo quelle immagini mute quasi sempre ricche di ironia.
Durante il giorno si divertono nella montagna vicina, dove possono inventarsi mille storie e dove possono vedere anche dei scene particolari.
Un giorno, proprio nel loro luogo preferito, viene ritrovato un corpo di una ragazza. Gli omicidi si ripetono e il killer sembra non lasciare nessun indizio.
La loro cittadina comincia ad avere paura e seguire le indagini è proprio il loro papà, a capo della squadra omicidi. Le vite delle due sorelle e del loro stesso padre verranno inghiottite da questa serie di delitti.
In questo libro si tratta in modo particolare del rapporto tra le due sorelle e di come la figura del loro padre risulta ai loro occhi. Il padre viene visto come un'eroe, un punto di riferimento, l'unica persona in grado di proteggerle e nonostante i molteplici errori evidenti del padre, le due figlie continueranno a difenderlo e accettarlo.
Il padre, invece, ama le donne e questo forse è il più grande difetto ma ama moltissimo anche le sue figlie per le quali cercherà sempre di essere presente, anche se la serie di omicidi lo porteranno a trascurarle e ad ammalarsi.
Gli omicidi non avranno un ruolo principale nella storia ma si intrecceranno alla quotidianità di questa famiglia. Non solo il padre si troverà coinvolto nell'inseguire il killer ma anche le figlie cercheranno di aiutare il loro padre. 
Rachel, la maggiore, è una ragazza con un sesto senso particolare e questo le permetterà di entrare in sintonia con il killer in un modo tutto speciale attraverso delle allucinazioni improvvise.
Questo caso diventerà la vita di Rachel perché è proprio l'evento che ha rovinato maggiormente la sua famiglia.

"Una tredicenne possiede poteri speciali. La stessa ragazza che crede nei messaggi ultraterreni della tavola Ouija o nelle dichiarazioni di amicizia di una persona che, il giorno dopo, le passa di fianco in mensa senza rivolgerle la parola, può anche mostrare, in rare occasioni, la saggezza di una donna matura. Anche se poi non si tratta propriamente di saggezza, ma di una strana, misteriosa, istintiva abilità di capire e udire quello che a tutti gli altri sfugge."

Nella storia vengono affrontate diverse tematiche. Tra le due sorelle ritroviamo la paura della crescita, del primo amore, del scoprire il proprio corpo e di voler capire che cosa si prova in diverse circostanze. Le ragazze sognano il primo contatto con un ragazzo, l'arrivo delle mestruazioni, ascoltano la musica cercando di captare dei messaggi importanti per diventare adulte e capire la vita.

"Le ragazze di tredici anni credono che esistano padri eroici e matrigne cattive. Credono nelle parole delle canzoni e nei consigli delle coetanee. E il primo ragazzo che amano, sono convinte che lo ameranno per sempre.  Il loro corpo (perlomeno il mio a quell'età) può somigliare più al corpo di un ragazzo che a quello di una donna. Ma dentro quelle ragazze sta succedendo qualcosa, qualcosa di diverso da tutto quello che c'è nel corpo dei maschi di qualunque età. Il desiderio di essere toccate può essere, per loro, fisico e reale come il fuoco."

Molta importanza viene data anche al rapporto con i genitori, soprattutto con la figura del padre, la scuola e le amicizie. Si tratta il tema della giustizia che Rachel inseguirà fino all'età adulta.
Questo romanzo offre una storia intensa ricca di sentimenti veri e una realtà spesso cupa.
Ho davvero adorato questa lettura, trovando una prima parte in cui viene affrontato in particolare il rapporto delle due sorelle e in seguito la vicenda legata al killer e di come si arriverà ad una possibile conclusione molto sofferta.
Una lettura che vuole offrire molto, scritta davvero bene e che vi darà modo di conoscere dei personaggi davvero interessanti. Consigliatissimo.


PUNTEGGIO




Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog