martedì 1 dicembre 2015

Recensione: "Descendants. L'isola degli sperduti" di Melissa De La Cruz (Giunti)

Buon pomeriggio cari lettori, oggi vi parlo di un libro uscito di recente e che mi ha accompagnata in una nuova rivisitazione dei personaggi delle fiabe.

TITOLO: L'isola degli sperduti (Descendants)
AUTORE: Melissa De La Cruz
EDITORE: Giunti
PAGINE: 320 pg
PREZZO: 9,90 euro

TRAMA


Tanti anni fa i Cattivi disneyani furono banditi dal regno di Auradon e confinati sull'Isola degli Sperduti, un luogo buio e tetro protetto da un incantesimo che impediva loro di scappare. Spogliati dei loro poteri magici, ora vivono in totale isolamento, dimenticati dal mondo. Sull'Isola degli Sperduti nascono i loro figli, i discendenti, e con loro le prime amicizie e rivalità. Potranno i figli dei Cattivi crescere diversi dai loro genitori? I lettori lo scopriranno in questo libro, nato dalla penna di Melissa De La Cruz, che ha ispirato il film.



BIOGRAFIA

Melissa de la Cruz è cresciuta a Manila, quando era dodicenne la famiglia si è trasferita a negli Stati Uniti, stabilendosi a San Francisco. Scrive soprattutto storie per gli adolescenti, ed è autrice di una serie di romanzi. Oggi vive a Los Angeles con il marito.
Melissa de la Cruz collabora anche con alcune importanti riviste tra le quali Marie Claire e Teen Vogue, ma non solo è anche esperta di moda per le reti televisive E! Entertaiment e la CNN.







IL FILM




COMMENTO PERSONALE:

Ho letto ormai alcuni libri che trattano le fiabe in chiave diversa e originale. Questa rivisitazione e il modo in cui è scritta la storia ha riportato in vita le sensazioni e l'ironia che avevo già incontrato in Ever After high, la serie di Shannon Hale.
La differenza è che in questa storia i protagonisti sono i cattivi e i loro figli.
L'ambientazione e l'ironia dei personaggi colpiscono nel segno rendendo questa lettura divertente e leggera. 
Non è una storia "impegnativa" visto il pubblico a cui è indirizzata ma pone delle basi per un'idea che penso continuerà anche in altri volumi.
In questo libro ritroviamo anche quella parte più educativa in cui cogliamo diversi messaggi importanti sull'amicizia e su ciò che bisogna considerare di valore o meno nella vita.
I figli dei malvagi delle fiabe si scopriranno confusi sulla loro natura e spesso si ritroveranno a paragonarsi ai loro genitori e a ciò che erano riusciti a fare nelle loro "fiabe" personali.
L'ambientazione emerge chiaramente con colori cupi, nella desolazione, riproponendoci delle abitazioni diroccate in cui i malvagi avranno ricostruito il loro ambiente. 
Ecco che Crudelia De Mon e la Regina cattiva saranno donne concentrate sulla bellezza nonostante dovranno ripiegare questa passione sugli scarti dei personaggi buoni, in cui la ricchezza e l'eccesso non manca.
E' una lettura che vi consiglio se vi piace questo genere e adorate le fiabe. Sicuramente trovo questo mondo che Melissa De La Cruz ha creato molto bizzarra ma davvero interessante.

PUNTEGGIO



2 commenti:

  1. Mi incuriosisce molto!
    E ancora non ho visto il film, spero di beccare presto una replica <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho visto nemmeno io il film ma se mi capita lo guardo volentieri!! Il libro è molto carino :-)

      Elimina

Cerca nel blog