lunedì 14 dicembre 2015

Recensione: "Raccontami di un giorno perfetto" di Jennifer Niven (Deagostini)

Buongiorno sognatori e ben tornati con una nuova recensione. Sono davvero entusiasta di parlarvi di questo libro perché fin dall'inizio non sapevo se comprarlo. Le recensione e i commenti che avevo letto erano molto contrastanti tra loro e questo mi ha impedito di acquistarlo fin da subito.
Questa lettura mi ha insegnato a seguire sempre il mio istinto e sono contenta di averlo trovato per caso e molta fortuna ad un mercatino dell'usato. 
Adesso tocca a me dare il mio giudizio e posso anticiparvi che questo libro è entrato nella lista dei miei libri preferiti.

SCHEDA DEL LIBRO

TITOLO: Raccontami di un giorno perfetto
AUTORE: Jennifer Niven
EDITORE: Dea
PAGINE: 400 pg
PREZZO: 14,90 euro

TRAMA


È una gelida mattina di gennaio quella in cui Theodore Finch decide di salire sulla torre campanaria della scuola per capire come ci si sente a guardare di sotto. L'ultima cosa che si aspetta però è di trovare qualcun altro lassù, in bilico sul cornicione a sei piani d'altezza. Men che meno Violet Markey, una delle ragazze più popolari del liceo. Eppure Finch e Violet si somigliano più di quanto possano immaginare. Sono due anime fragili: lui lotta da anni con la depressione, lei ha visto morire la sorella in un terribile incidente d'auto. È in quel preciso istante che i due ragazzi provano per la prima volta la vertigine che li legherà nei mesi successivi. I giorni, le settimane in cui un progetto scolastico li porterà alla scoperta dei luoghi più bizzarri e sconosciuti del loro Paese e l'amicizia si trasformerà in un amore travolgente, una drammatica corsa contro il tempo. E alla fine di questa corsa, a rimanere indelebile nella memoria sarà l'incanto di una storia d'amore tra due ragazzi che stanno per diventare adulti. Quel genere d'incanto che solo le giornate perfette sono capaci di regalare.

BIOGRAFIA:

Jennifer Niven vive a Los Angeles  con il suo fidanzato e i gatti, ma è cresciuta nello stato dell'indiana. Ha pubblicato quattro romanzi per adulti, tre saggi e un memoir sulla sua vita da studentessa.
Questo è il suo primo romanzo young adult e la sua opera d'esordio in Italia.
Sorprendente caso editoriale, il libro è in corso di traduzione in più di trenta paesi e presto diventerà anche un film con la giovane star di Hollywood Elle Fanning.


http://www.jenniferniven.com



COMMENTO PERSONALE:

La prima domanda che mi pongo in questo momento è: Come posso parlarvi di tutto ciò che questo libro mi ha portato a provare?
Vorrei potervi spiegare bene perché questo libro non merita tutte le critiche che ha subito e di come le ho trovate ingiuste viste la tematica e il modo in cui l'autrice è riuscita a parlarne in modo perfetto.
Finch è quel tipo di personaggio di cui non puoi farne a meno e lui è, secondo me, il protagonista. Il suo modo di vivere i propri disagi e la sua instabilità mi hanno colpita molto.
Il modo in cui, spesso, lui non riesca a non farsi inghiottire dalla mente è disarmante e spiazzante.
Questo libro mi ha letteralmente dato un quadro perfetto di come alcune persone vivono una malinconia forse ingiustificata e che questo stato d'animo li porti ad affrontare ogni giorno con una pesantezza difficile da capire se non la si prova.
Finch è circondato da questo peso che lo schiaccia e solo l'incontro con Violet riuscirà a dargli quel piccolo frammento di luce per poter vivere dei "momenti perfetti".
Quei momenti lo manterranno vivo e dentro di lui si renderà conto di come Violet sia per lui la vita e lei sia riuscita a fargli provare l'amore e la sensazione di esistere.
Finch è anche costantemente in bilico e per lui sarà sempre problematico rimanere a galla e riuscire a stare nel mondo.
Questo ragazzo ha una personalità forte e intensa. Nel suo modo di essere complicato ha risvegliato in me delle sensazioni molto forti e tutto ciò che emergeva nelle sue riflessioni e nei suoi momenti di intimità mi ha portata a pensare su come la mente ci può annientare e di come riesce ad ingannarci riuscendo a regalare dei momenti in apparenza falsi.
Finch era così. Ogni giorno si vestiva di un personaggio che poteva nascondere il vero se stesso e quel suo forte mal di vivere.
Violet è e sarà la ragazza che ci regalerà quel Finch diverso e che grazie a lui scoprirà di nuovo la vita, riuscendo a superare i suoi blocchi e quella sensazione di sconfitta. 
Questo libro è dall'inizio alla fine perfetto e non potrei descriverlo diversamente. E' perfetto per chi capisce questo disagio, per chi capisce cosa significa lasciar emergere quella parte oscura e profonda.
Non è un libro che consiglio a tutti perché secondo me non tutti possono capirlo. Lo consiglio a quelli che hanno una spiccata sensibilità e che conoscono quelle paure che non hanno nome.
L'autrice ha reso questa storia intensa e unica. E' un libro di cui non riesco a parlarvi molto ma che è entrato nel mio cuore. 

PUNTEGGIO


2 commenti:

  1. Ho amato anche io questo romanzo! ♥ Succede anche a me di amare un romanzo e poi di non riuscire a parlarne tanto ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si mi è impossibile quando si parla di certe tematiche <3!! L'ho adorato tantissimo!

      Elimina

Cerca nel blog