martedì 11 ottobre 2016

Recensione: "La ragazza perfetta" di Gilly MacMillan (Newton Compton)

Cari lettori, oggi riemergo dal silenzio con la recensione di un libro che ho ricevuto a sorpresa della nostra amatissima Newton Compton che ringrazio sempre di cuore. 



TITOLO: La ragazza perfetta
AUTORE: Gilly MacMillan
EDITORE: Newton Compton
PAGINE: 382 pg
PREZZO: 9.90 euro

TRAMA


Agli occhi di tutti coloro che la conoscono, Zoe Maisey, prima bambina prodigio e poi genio della musica, è una ragazza perfetta. Eppure, diversi anni fa Zoe ha causato la morte di tre adolescenti. Ha scontato la sua pena, e ora potrebbe guardare al proprio futuro. La sua storia e la sua nuova vita iniziano la sera in cui tiene il concerto più importante della sua carriera. Sei ore dopo, a mezzanotte, sua madre morirà... "La ragazza perfetta" è un'esplorazione profonda della mente di un'adolescente talentuosa, con un'intelligenza fuori dal comune ma anche con un passato che sembra impossibile lasciarsi alle spalle.




Ci sono libri che nella trama nascondono qualcosa di molto più articolato. Ed è il caso di questo thriller che personalmente mi ha attirato per il suo modo di non dire nulla dalla cover o dalle poche informazioni sulla storia ma che ci invita alla sua lettura senza troppe domande.

Zoe Maisey è la chiave di tutto. Lei è la figura che ci condurrà nella storia e nell'intreccio di questa vicenda che lei stessa ne prenderà parte senza averne motivo ma ritrovandosi nei posti sbagliati al momento sbagliato. 

Zoe è una ragazza semplice ma fuori luogo nella scuola che frequenta. Zoe ha talento e ama suonare il piano ma questo aspetto per lei fondamentale nella sua vita come l'aria non basta. La nostra protagonista verrà incastrata in modo tale da causare un'incidente in cui moriranno dei ragazzi e successivamente, la sua seconda occasione, subirà un colpo finale a causa della morte della madre.
Piano piano, nello sfondo, verranno a galla dei segreti che ogni membro della sua famiglia nasconde.
Zoe affronterà tutto questo con quella maturità che arriva dopo aver vissuto dei momenti difficili nella vita. Questa serie di eventi sfortunati la segneranno a tal punto da iniziare a "giocare" con i fatti come tutti avevano fatto con lei in precedenza. 
Alcuni segreti avranno la necessità di rimanere tali, altri di essere svelati nel modo più giusto manomettendo qualche piccolo particolare. 
Questo non è un thriller che ci porterà nel centro delle indagini ma ci avvicinerà alla parte psicologica di Zoe e degli altri personaggi presenti nella storia.
Quello che vi chiederete fino alla fine è: Dove vuole portarmi Zoe? Che cosa vuol farci capire? 
Queste sono le domande che continueranno a persistere fino alla fine del libro e probabilmente anche dopo.
E' una lettura che io consiglio se vi piace il modo in cui certi autori affrontano dei thriller con una parte psicologica ricca di intrecci ben costruiti senza risultare noiosi. 
Zoe è una protagonista che emergerà dalla fragilità con coraggio dimostrandosi cosciente delle ingiustizie e pronta a gestire la direzione della sua vita e non farsi muovere come un burattino.
Personalmente lo consiglio molto per gli amanti del genere.

(foto da: www.fanpop.com)

PUNTEGGIO


Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog