mercoledì 22 marzo 2017

Il magico potere del riordino: Libri


Il Magico potere del riordino
di Marie Kondo


Chi non conosce questo libro?
Sinceramente prima di decidermi a comprarlo, lo vedevo ovunque ma pensavo fortemente che non poteva interessarmi visto l'argomento. 
Invece un giorno sono proprio partita da casa con la voglia di prenderlo. Da qualche giorno continuavo avere in mente la copertina, non saprei dirvi il motivo, semplicemente in qualche modo lui ha chiamato me.
Non capita con molti libri, anzi, quasi raramente parto con l'idea che quel libro potrebbe aiutarmi.
E ora sono qui per parlarvi di una categoria di cui parla il libro e che interessa il blog: i libri.

Ognuno di noi è libero di decidere di affrontare l'argomento con Marie e se decidete di farlo aspettatevi una rivoluzione. Se credete alle sue parole, se siete sicuri che quello che vi spiega appartiene anche al vostro modo di essere, vi cambierà totalmente.

Il mio rapporto con i libri infatti si è ridimensionato, ha preso una nuova strada ed era ciò di cui avevo bisogno. 
Vi chiedete il perché? Ero una lettrice accumulatrice come molte altre. Lo ammetto. Tra le mie librerie c'erano più libri non letti che libri letti e questo mi stava creando un forte stato di ansia.
Ansia per i troppi libri? Si esiste e credo che anche qualcuno di voi ne soffre.

Guardare le mie librerie, le novità e i libri ancora da leggere mi creava stress. Ero arrivata a non apprezzare più nulla perché era tutto scontato. Non provavo più quella gioia di comprare un libro, sedermi sul divano e divorarlo fino alla fine. Semplicemente finiva nelle mensole come tutti gli altri.

Mi ripetevo "Appena è il momento lo leggo"..si ma per alcuni sono passati anche più di 3/4 anni. 
Dov'era finito l'entusiasmo per quel libro? 

Ecco il motivo per il quale il mio mondo libresco si è fermato. 
Dovevo ritrovare quella passione vera che avevo avuto prima di farmi prendere dalla mania di accumulare. 
Attenzione qui non parlo ai collezionisti. 
Io, personalmente, non sono portata a collezionare senza leggere. 
Non avrei comunque lo spazio per farlo!
------------------------------------------

Dopo questa introduzione, vi parlo in breve di ciò che la nostra cara Marie Kondo spiega:

Primo Step:

Prendete tutti i libri che avete e disponeteli per terra o sopra il letto o in qualsiasi spazio.
Dal primo all'ultimo. Tutti insieme.

Secondo Step:

Prendeteli in mano uno ad uno e guardateli, accarezzate la copertina. Non soffermatevi a leggere la trama. Guardate quel libro e sentite ciò che vi trasmette. 
Vi batte ancora il cuore a guardarlo? Avete ancora quell'entusiasmo?
Oppure non provate nulla? 
Il principio base è: "L'emozione che vi provocano nel momento in cui li sfiorate".

Terzo Step:

Dividete quelli che vi emozionano da quelli che non vi dicono più nulla.

--------------------------------------------


"I libri si leggono per l'esperienza stessa di leggerli. Con il libro letto già una volta l'esperienza è stata fatta. E' già tutto dentro di voi"

Conservate solo quelli che vi danno gioia quando li guardate e vi comunicano qualcosa.
Quanti libri teniamo che sicuramente non leggeremo una seconda volta? 
Pensateci bene.

Tutto questo fatelo anche con i libri:

 MAI LETTI

Che brutto argomento? Vero?

Quando arriverà il giorno in cui deciderete di leggerli? 
Quest'estate? Nel periodo Natalizio? Quando?!
Come potete sapere cosa vi piacerà fra 5 mesi? 

"Magari quando li avete comprati avevate davvero intenzione di farlo, ma, comunque, il ruolo che hanno svolto nella vostra vita è stato di insegnarvi che non ce n'era bisogno."

Scartate tutti i libri che non avete mai concluso. Meglio leggere quelli che attirano la vostra attenzione che quelli che avete trascurato per anni.

"Per un libro il tempismo è un fattore vitale: il momento giusto per leggerlo è quello in cui lo incrociate sul vostro cammino."

----------------------------------------

Se volete approfondire l'argomento vi consiglio molto il libro che ovviamente affronta anche altri aspetti della vita. Personalmente sto affrontando ogni categoria con il giusto tempo.
Questa rivoluzione richiede del tempo perché cambia il vostro modo di pensare.
Ho pensato di parlarvene perché per me è stato un cambiamento importante e ora gli unici libri che ho sulle mie mensole sono quelli che mi comunicano "emozione". 
Sono pochi? Pazienza. Non è una gara. So che quelli sono i più importanti. Sono i libri che leggerò ancora e che non sono pronta a liberarmene. 
Per tutto il resto, ho lasciato spazio a quello di cui adesso ho voglia e ho usato i soldi delle vendite per comprare ciò che oggi voglio leggere.


A presto!!

1 commento:

  1. Ciao! (e piacere)
    Questo è un argomento che mi interessa moltissimo. Il libro di Marie Kondo ha i suoi pro e i suoi contro (sono un po' restia a 'ringraziare' gli oggetti che elimino...) e l'ho usato per mettere un po' in ordine la mia vita.
    Ma i libri sono un problema. Soprattutto per una ragazza in trasferta come me. L'idea di dover traslocare non mi dispiace mai, tranne per quel che riguarda i libri. Come fare? Una semi-soluzione sono gli ebook, sto cercando di acquistare solo quelli, ma non sono la stessa cosa dei cartacei. Io ho un po' collezionista lo sono, ma soprattutto ho a casa tantissimi libri che amo e che hanno un significato per me. Sarà un problema disfarsene...

    RispondiElimina

Cerca nel blog