lunedì 20 marzo 2017

Recensione: "La luce alla finestra" di Lucinda Riley




TITOLO: La Luce alla finestra
AUTORE: Lucinda Riley
EDITORE: Giunti
PAGINE: 510 pg
PREZZO: 14 euro

TRAMA

Emilie de la Martinières è sempre stata in lotta con le sue origini aristocratiche, ma la morte di sua madre, una donna molto "charmante", fredda e distante, ha risvegliato in lei un groviglio di sentimenti contrastanti e dolorosi. Unica erede del sontuoso castello nel Sud della Francia, Emilie scopre un vecchio taccuino di poesie che la mette sulle tracce della misteriosa e bellissima zia Sophia, la cui tragica storia d'amore ha segnato irrimediabilmente la sua famiglia. E mentre prende corpo la turbolenta vita di Sophia, anche il puzzle del passato di Emilie lentamente si compone. Grazie proprio all'antico castello e a un nuovo, misterioso amore.



Emelie si ritrova improvvisamente con in mano tutta l'eredità di famiglia. Una famiglia che lei ha sempre sentito distante e dalla quale ha sempre cercando una certa indipendenza. Dopo il funerale della madre Emilie, dovrà far fronte a tutte le varie pratiche, compreso il restauro del bellissimo castello ereditato dal padre. Durante quei giorni conosce Sebastian, un giovane arrivato all'improvviso e che conquisterà la ragazza in breve tempo arrivando al matrimonio.  Le famiglie dei due ragazzi sembrano, però, legate. Ed è proprio grazie al racconto di un caro amico di famiglia che Emilie scoprirà tutta la verità sulla sua famiglia e sul suo passato. 

Come sempre Lucinda riesce ad intrecciare in modo meraviglioso presente e passato, portando così alla luce le diverse vite dei personaggi che fanno parte della storia.
Nel passato conosceremo Costance, Sophia e il ruolo del padre di Emilie durante la guerra. Nel presente seguiremo il primo anno di matrimonio della ragazza e i misteri che si nascondono dietro la famiglia del marito. 
Le ambientazioni delle storie di Lucinda sono sempre molto suggestive e la parte storica rimane molto toccante. Purtroppo, certe scelte e certe conseguenze vengono condizionate più dall'esterno e dalla grave realtà del periodo che dalle persone interessate. 
Un finale che sicuramente lascia un bel colpo di scena e che ho apprezzato davvero molto. 
Un libro scorrevole ma che ha bisogno del suo tempo per essere capito e per seguire bene le due storie intrecciate tra loro. 
L'autrice ci fa capire come la protagonista, grazie soprattutto alla scoperta delle sue origini, matura e prende in mano la sua vita rivoluzionando tutto di se stessa con coraggio nonostante ciò in cui verrà coinvolta. 
Lo consiglio a chi ama l'autrice oppure a chi cerca una storia ricca di storia, sentimenti, emozioni, posizioni scomode e inganni. 

PUNTEGGIO





1 commento:

  1. Ciao!!
    Ho il libro sul kindle che aspetta il suo momento, e vista la tua recensione positiva non posso che essere ancora più promosa di leggerlo! :)

    RispondiElimina

Cerca nel blog