mercoledì 6 settembre 2017

Recensione: "Milk and honey" di Rubi Kaur


"Milk and honey" 
di Rubi Kaur


tre60 - Pg. 204
Prezzo: 12 euro

TRAMA

Dolore, amore, abbandono, guarigione; questi i temi di cui parla Rupi Kaur in "Milk & Honey"... Uno strumento per affrontare, tramite la poesia, i momenti più difficili della vita, perché "il bene è dappertutto, devi solo essere disposto a vederlo".



Questa raccolta di poesie parla dell'essere una donna. Ci ritroviamo a ripercorrere delle tappe che ognuna di noi può attraversare.
L'autrice affronta il dolore di non essere compresa dai genitori, di crescere senza una voce, il venire giudicata. Prosegue affrontando la delusione nell'essere usate come un corpo vuoto, una bambola pronta all'uso. Tratta dell'amore sia nel senso sentimentale, nelle sue esagerazioni, nelle sue meraviglie, nelle sue gravità che tolgono il respiro ma anche dell'amore fisico come passione travolgente o solamente come sesso e bisogno superficiale.
Essere la donna che ama un uomo e vive con lui, riconoscendo quell'egoismo che molti uomini hanno. Sentirsi, a volte, un cagnolino che attende l'attenzione del padrone.
Ci sono donne che dipendono da questi rapporti, ne hanno bisogno per sentirsi complete e tenersi in piedi. 
Poi arriva la fine di una relazione e il bisogno di superare quella mancanza, quella continua sofferenza che ammala l'anima.
Piano piano impariamo a darci quelle attenzioni che solo noi siamo in grado di darci. 
Nonostante la rabbia per essere stata sminuita arriva quella solitudine che purifica, che ci rimette in contatto con quella parte di noi che avevamo perso e sorridi di nuovo a te stessa.
Queste poesie parlano di quel tipo di donna che ha vissuto tutto questo e che riscopre la propria voce.

PUNTEGGIO


2 commenti:

Cerca nel blog