sabato 27 settembre 2014

Recensione: Niente è come te - Sara Rattaro

Ciao a tutti! Nuova recensione per questo mese. Un libro che aspettavo da tantissimo tempo. Un'autrice che non si può non amare. Finalmente in libreria il 4 Settembre è uscito il nuovo romanzo di Sara Rattaro "Niente è come te".

SCHEDA DEL LIBRO

TITOLO: Niente è come te
AUTORE: Sara Rattaro
EDITORE: Garzanti
PAGINE: 219 pg
PREZZO: 14.90 euro








TRAMA

Due scatole colme di libri, pupazzi e tante fotografie. Tutto il mondo di Margherita è racchiuso in quelle poche cose. In spalla il suo adorato violino e tra le mani un biglietto aereo per una terra lontana: l'Italia. La terra dove è nata e che non rivede da quando è piccola. Ma ora è lì che deve tornare. Perché a quasi quindici anni Margherita ha scoperto che a volte è la vita a decidere per noi. Perché c'è qualcuno che non aspetta altro che poterle stare accanto: Francesco, suo padre. Il suono assordante dell'assenza di Margherita ha riempito i suoi giorni per dieci anni. Da quando sua moglie è scappata in Danimarca con la loro figlia senza permettergli di vederla mai più. Francesco credeva fosse solo un viaggio. Non avrebbe mai pensato di vivere l'incubo peggiore della sua vita. Eppure, ora che Margherita è di nuovo con lui, è difficile ricucire quello che tanto tempo prima si è spezzato. Francesco ha davanti a sé un'adolescente che si sente sbagliata. Perché a scuola è isolata dai suoi compagni e a casa passa le giornate chiusa nella sua stanza. Ma Francesco giorno dopo giorno cerca la strada per il suo cuore. Una strada fatta di piccoli ricordi comuni che riaffiorano. Perché le cose più preziose, come l'abbraccio di un padre, si possiedono senza doverle cercare. E quando Margherita ha bisogno di lui come non mai, Francesco le sussurra all'orecchio poche semplici parole per farle capire quanto sia speciale: "Niente, ma proprio niente, è come te, Margherita".

AUTORE


Sara Rattaro nasce e cresce a Genova, dove si laurea con lode in Biologia e Scienze della comunicazione. Nel 2010 esce per un piccolo editore il suo primo romanzo Sulla sedia sbagliata. Nel 2011 scrive il suo secondo romanzo Un uso qualunque di te, che ben presto scala le classifiche e diventa un fenomeno del passaparola. Non volare via è il suo primo romanzo pubblicato con Garzanti. La scrittura di Sara e la sua voce unica hanno già conquistato i più importanti editori di tutta Europa, che hanno deciso di scommettere su di lei e di pubblicarla.
http://sararattaro.it/


RECENSIONE


“Niente é come te” é un romanzo che entra nel cuore, come ogni storia che questa autrice continua a regalarci. Storie vere. Tematiche che purtroppo sono presenti ancora ai nostri tempi ma non hanno ancora la voce necessaria per emergere e farsi sentire.
Sono verità dure e crudeli ma ci sono. L'autrice vuole dare spazio a loro attraverso le sue storie, i suoi personaggi e le emozioni che trasportano le sue parole.
In questa storia fragile si parla di un'amore diverso, non piú tra due persone sconosciute ma tra un padre ed una figlia. Francesco e Margherita ci raccontano il loro incontro e ci conducono nella loro vita composta da vuoti, rabbia e mancanze. Purtroppo la storia di Francesco é disarmante.
Margherita é nata in un matrimonio felice ma con i mesi tutto si é ribaltato e nella confusione Francesco ha perso tutto. Angelika, una donna danese, parte all'improvviso e lo fa lasciandosi alle spalle una motivazione che all'inizio non farà sospettare nulla di allarmante e porta con sé la loro bambina Margherita in Danimarca, il suo paese d'origine.
Francesco verrà a scoprire che le due donne della sua vita non torneranno più e si ritroverà con un foglio del divorzio da firmare e una figlia irraggiungibile.
Questo fragile padre, però, cercherà invano di trovare una soluzione ma Angelika non gli darà modo di essere presente. Dopo anni di assenza, arriverà la notizia della morte improvvisa di Angelika e del ritorno in Italia di Margherita. Finalmente la sua bambina sarà a casa.
I primi passi tra di loro saranno carichi di silenzi e disagio. Sarà la nuova compagna di Francesco, Enrica, a colmare quel vuoto e a riuscire ad avvicinarsi alla ragazza.
Dietro a tutto questo si nasconderanno le pene di Margherita, impotente verso la vita e impreparata nel vivere con una figura paterna.
Questa storia, attraverso i suoi piccoli passi, ci lascia sulla pelle quella sensazione di fragilità ma allo stesso tempo di scoperta. Francesco e Margherita impareranno a comunicare a modo loro e in modo cauto e lo faranno attraverso i ricordi del padre e della madre prima della sua nascita.
Enrica sarà una figura molto importante e servirà da ponte tra i due protagonisti.
L'autrice porta il suo cuore nella voce di queste due persone regalandoci capitoli carichi di sentimenti veri e inespressi.
É una storia che vi terrà incollati alle pagine ma allo stesso tempo vorrete assaporarla con lentezza perché quello che troverete in quelle pagine vi farà riflettere ed entrerà dentro di voi.
Sara Rattaro riesce a creare personaggi importanti, simili a molti di noi ed é proprio grazie a loro che ci sentiremo meno soli. Ringrazio questa autrice per aver creato Margherita perché ha saputo descrivere perfettamente un disagio che spesso rimane nascosto agli occhi di chi ci circonda.



PUNTEGGIO


Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog