venerdì 20 marzo 2015

Recensione: Il bacio più breve della storia di Mathias Malzieu

Buongiorno lettori! Oggi voglio parlarvi di un autore che porto nel cuore dalla sua prima uscita. Come non potevo leggere il suo ultimo libro?

SCHEDA DEL LIBRO

TITOLO: Il bacio più breve delle storia
AUTORE: Mathias Malzieu
EDITORE: Feltrinelli
PAGINE: 123 pg
PREZZO:  12 euro







TRAMA

Parigi, una sera al Théâtre du Renard, l’orchestra suona It’s Now or Never. Una ragazza misteriosa e sfuggevole si aggira, lui la nota, cerca in ogni modo di avvicinarla e, quando ormai tutto sembra impossibile, si trovano faccia a faccia e si baciano. Un bacio minuscolo, il più breve mai registrato, e lei scompare. Invisibile, si allontana. Un mistero anche per un inventore come lui che, seppur di indole tendenzialmente depressa, è determinato a rivedere l’eterea e vulnerabile creatura che lo ha ammaliato. Inizia così una ricerca serrata in cui sarà affiancato da due bizzarri personaggi: un detective in pensione, che ha tutto l’aspetto di un orso polare, e il suo stravagante pappagallo. Le invenzioni si susseguono e qualcosa di molto goloso e originale aiuterà il protagonista nel suo scopo. Ormai è chiaro, fra i due è scoccata una scintilla, si è prodotto un cortocircuito. Ma in amore gli artifici non bastano, servono coraggio e temerarietà, doti che entrambi dovranno conquistare se vorranno trovarsi e abbandonarsi l’uno all’altra.

Riusciranno i due a superare ostacoli e paure e a vivere il loro amore?

AUTORE

Mathias Malzieu è un cantante, musicista e scrittore francese, voce dei Dionysos e autore del romanzo La meccanica del cuore adattato poi al cinema d’animazione dallo stesso Malzieu e da Stéphane Berla, e L’uomo delle nuvole (2013).









RECENSIONE


"Ho voluto credere che tu fossi solo un amorcerotto,
ma quando hai cominciato a staccarti da me,
ho sofferto più che se mi avessero strappato la pelle
con una forchetta per lumache."

Quando ci troviamo davanti ad un piccolo capolavoro non si può far altro che leggerlo in poche ore e portarlo nel cuore. Questo libro come "L'uomo delle nuvole" e soprattutto "La meccanica del cuore" si differenziano da tutti gli altri per il modo in cui sono stati scritti. 
Mathias Malzieu è un visionario, un sognatore, uno scrittore in grado di rendere le sue idee delle favole molto gotiche e riempite di una dolcezza disarmante. 
Immaginare i suoi protagonisti ci regala un'incantevole visione. Il suo linguaggio si conferma ancora una volta magico, ricco di parole inventate miscelato con ironia, metafore e piccole perle velate di profondi messaggi.
Il protagonista di "Il bacio più breve della storia" mi ha conquistata per la sua determinazione e inventiva nel trovare il modo per ritrovare una ragazza misteriosa. Il "colpo di fulmine", in questa storia, è qualcosa che prende un significato davvero intenso. 
Ho trovato davvero geniale la presenza di Elvis, un uccello in grado di registrare dei suoni o degli odori e di volare in cerca della persona\cosa ricercata. 
La nostra ragazza invisibile ha paura dell'amore, cerca in tutti i modi di evitare l'incontro anche se si ritroverà davanti un uomo capace di qualsiasi cosa per conquistarla.
Saremo spettatori di un amore appena sbocciato e di un uomo, a cui è bastato un bacio per innamorarsi follemente. Un'amore che lui insegue, di cui ha bisogno e che gli darà il modo di usare il proprio talento per dare una svolta alla sua vita.
Un libro che si legge velocemente e che ci scalda nella sua dolcezza e sensibilità regalandoci una storia poetica e un'ambientazione che ci ricorda lo stile dei film di Tim Burton. 


PUNTEGGIO

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog