giovedì 16 aprile 2015

Recensione: Incantesimo di Rachel Hawkins

Buongiorno miei cari lettori! La magia ha riempito le mie giornate e anche la lettura di "Incantesimo" è arrivata, purtroppo, al termine.

SCHEDA DEL LIBRO


TITOLO: Incantesimo (#1 The Prodigium)
AUTORE: Rachel Hawkins
EDITORE: Newton Compton
PAGINE: 253 pg
PREZZO: 9,90 euro








TRAMA


Sophie Mercer è una ragazza di sedici anni molto particolare. Da tre anni, infatti, ha scoperto di essere una strega: un potere che ha ereditato dal padre e dalla nonna, ma che non sa ancora gestire. Dopo che il suo primo incantesimo durante il ballo scolastico ha causato dei danni e portato grande scompiglio, la madre ha deciso di spedirla alla Hecate Hall, una scuola per ragazzi "speciali", i Prodigium, dove eccentrici insegnanti faranno in modo che gli adolescenti imparino a usare i poteri con discrezione e soprattutto lontano dagli occhi dei normali, che potrebbero far loro del male. I suoi compagni sono dei tipi strani: mutaforma, streghe, fate, licantropi e vampiri. Per Sophie è difficile ambientarsi: le altre streghe come lei sono superficiali e viziate, se non crudeli e ambiziose, poi si prende una cotta per un giovane stregone irraggiungibile, mentre un fantasma la perseguita e la sua nuova compagna di stanza è la ragazza più odiata e temuta di tutta la scuola. Come se non bastasse, una misteriosa creatura sta attaccando gli studenti, lasciando due piccoli fori sul collo delle sue vittime, e la prima a essere sospettata è ovviamente la sua amica Jenna. Ma per Sophie le minacce non sono finite: scoprirà ben presto che un'organizzazione segreta e potentissima, L'Occhio di Dio, presente ovunque, vuole eliminare dalla faccia della terra tutti i Prodigium, mentre il Consiglio la sorveglia. Forse perché lei è la prima della lista?

AUTORE

Rachel Hawkins, vive in Alabama e si è affermata grazie ai suoi racconti young adult \ paranormale romance. Per ora ha terminato la serie HexHall e iniziato una nuova trilogia "Rebel Belle".









RECENSIONE

Sophie è una strega. Purtroppo i suoi poteri non sono molto disponibili a funzionare come lei vorrebbe. Per proteggere il mondo "umano", la ragazza è costretta a seguire una scuola speciale dove altri "Prodigium" seguono le lezioni per imparare a controllare i propri poteri e non mettere a rischio il loro mondo. Arrivata all'accademia verrà a conoscenza di verità di cui non sapeva assolutamente niente, compreso il suo passato.
La storia di Sophie ci travolgerà di magia e sorrisi. L'umorismo sarà un componente dominante nei dialoghi e nei pensieri della protagonista. 
L'ambientazione dell'Accademia ha sempre il suo fascino e in questo caso racchiude molte creature di diverse specie: mutaforma, fate, streghe e vampiri. Anzi un solo vampiro ha il diritto a seguire le lezione e la possibilità cade su una ragazza vampiro dal nome di Jenna amante del rosa.

"Non saprei dire come mi aspettavo che fosse la stanza di un vampiro. Probabilmente molto scura, con una pila di libri di Camus...Oh , e con un intenso ritratto dell'unico umano che avesse mai amato e che era sicuramente morto in qualche maniera bellissima e tragica, condannando il vampiro a un'eternità di depressione e di romantici sospiri.
Che posso dire? Leggo un sacco di libri.
Quella stanza invece sembrava arredata dalla figlia segreta di Barbie e Fragolina Dolcecuore."

La storia nella sua semplicità si rivela molto ben pensata e curiosa. La lettura è veloce e coinvolgente e vi divertirete per gran parte della storia.
Non mancheranno litigi e dispetti in contrasto con eventi più "pericolosi" che scuoteranno gli studenti. Non ci sono descrizioni elaborate e il tutto è descritto con quel pizzico giovanile e attuale.
HexHall saprà conquistarvi con la sua leggerezza e una magia più spensierata.
Il finale vi rende impazienti di leggere il secondo volume e seguire  ancora le vicende di questi ragazzi alla prese con i loro poteri, la diversità, l'amicizia e l'amore.
Se un libro riesce a distrarmi e a regalarmi momenti piacevoli non mi rimane che consigliarvelo, in attesa, si spera imminente, del seguito della serie.

"L'energia in circolo era già tale da frantumare il vetro di tre delle fotografie incorniciate. Una piccola scheggia mi ferì l'avambraccio, ma io neanche me ne accorsi. 
Poi, bruscamente come si era levato, il vento cessò e le fotografie tornarono ferme. Le tre ragazze davanti a me non avevano più le sembianze di divinità primordiali. Erano tornate a essere delle semplici adolescenti, benché dall'aspetto favoloso. 
- Visto? - disse Anna con entusiasmo. - Questo è ciò che siamo in grado di fare in tre. Pensa a cosa potremmo realizzare in quattro. - 
Le fissai. In pratica avevo assistito al loro spot pubblicitario? 
Guarda! Non siamo terrificanti? Diventa anche tu terrificante come noi!"

PUNTEGGIO

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog