venerdì 8 luglio 2016

Recensione: "Incubo" di Wulf Dorn (Corbaccio)

Ciao a tutti! oggi vi voglio parlare di una mia recente lettura. Amo questo autore da quando ho letto "La Psichiatra" e non ho saputo resistere ad acquistare anche il suo ultimo libro.







TITOLO: Incubo
AUTORE: Wulf Dorn
EDITORE: Corbaccio 
PAGINE: 361 pg
PREZZO: 16.90 euro

Dove acquistarlo: Amazon

TRAMA


Simon è un ragazzo difficile, rinchiuso da sempre nel suo mondo. La sua vita precipita in un incubo dopo la morte dei genitori in un terribile incidente d'auto, dal quale Simon esce miracolosamente illeso ma, da allora, soffre di fobie, allucinazioni, sogni che lo tormentano ogni notte. Costretto a trasferirsi dalla zia Tilia dopo un periodo di riabilitazione in ospedale, passa le sue giornate esplorando la campagna sulla bicicletta del fratello Michael. Nella zona sembra aggirarsi un mostro: una ragazza è scomparsa, e una notte si perdono le tracce anche di Melina, la fidanzata di Michael, il quale diventa l'indiziato principale. Insieme a Caro, una ragazza solitaria che ha conosciuto nella sua nuova scuola, Simon affronta le proprie paure più nascoste e va a caccia del lupo che miete le sue vittime nel bosco di Fahlenberg.


Simon è sopravvissuto in un incidente che ha portato alla morte i suoi genitori. Dopo mesi di convalescenza e terapia, Simon torna a casa dalla zia e dal fratello maggiore.
Dall'incidente Simon soffre di allucinazioni che lo portano ad avere incubi molto reali.
I corpi dei suoi genitori sembrano perseguitarlo ovunque. 
Simon, per sfuggire dalla noia, trascorre le sue giornate esplorando la zona vicina, la sua nuova scuola, il bosco e un hotel abbandonato.
Proprio durante una delle prime visite alla scuola conoscerà Caro, una ragazza fuori dal comune che si avvicinerà a lui diventando sua amica. 
In contemporanea una ragazza scompare nel nulla e la fidanzata del fratello di Simon subisce un'aggressione che la porterà a combattere per rimanere in vita. Chi è coinvolto nei due eventi che stanno scuotendo la cittadina? La polizia inizia una caccia all'uomo e Simon vedendo il fratello come indiziato parte in una personale ricerca del colpevole insieme a Caro.



Questa storia ci porterà direttamente dentro la vita di Simon e le sue allucinazioni. La sensazioni di disagio psicologico si estenderà in noi portandoci verso numerosi dubbi, soprattutto, su come questo influirà con il misterioso aggressore. Per tutto il libro vi sembrerà di rincorrere qualcosa che continua a sfuggirvi e fino agli ultimi capitoli vi sentirete in parte attratti dalla storia e in parte delusi per la mancanza di "azione". Intuirete qualcosa verso la fine ed il finale stesso darà quel colpo decisivo a tutta la lettura. Wulf Dorn ama giocare ancora una volta con il lettore regalandoci una storia, forse, meno accattivante rispetto alle sue precedenti ma comunque un thriller piacevole da leggere con qualche sfumatura paranormale. 

PUNTEGGIO

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog