sabato 23 luglio 2016

Recensione: "Tutta la pioggia del cielo" di Angela Contini (Newton Compton)

Buongiorno e bentrovati cari lettori, oggi vi voglio parlare della mia ultima lettura. Questo libro fa parte della nuova collana "First" della Newton Compton che propone vari libri di diverso genere molto molto interessanti. Ringrazio la casa editrice per il libro di cui vi parlerò in questa recensione.




TITOLO: Tutta la pioggia del cielo
AUTORE: Angela Contini
EDITORE: Newton Compton
PAGINE: 280 pg
PREZZO: 6.90 euro

Dove acquistarlo: AMAZON!

TRAMA


Lui odia le scemenze, è vegano e innamorato della natura. Lei odia le rane, ha paura degli animali e quando si mette in testa una cosa non c'è verso di farle cambiare idea. Victoria è una scrittrice di successo in crisi creativa. Il suo agente, per aiutarla a superare l'impasse, la spedisce da Chicago in una tranquilla fattoria nel Vermont, dove il silenzio è l'unica cosa che non manca. Nath è di una bellezza selvaggia, ma burbero e scostante fino alla maleducazione. Ha deciso di rinunciare a un lavoro prestigioso per dedicarsi alla vecchia fattoria del padre, anche se è sempre più schiacciato dai debiti. Perciò la sorella Susan gli propone di affittare una stanza a una ragazza di città con il blocco dello scrittore che, assicura, non gli darà alcun fastidio. E invece i guai, sotto forma di un viso pieno di lentiggini e inappropriati tacchi alti, stanno per arrivare...


Questa lettura è stata una scoperta davvero improvvisa e quello che mi ha colpito maggiormente è lo stile di questa scrittrice, il modo in cui ci ha parlato di Nath e Victoria. Questo libro dimostra come le autrici italiane posso valere come le autrici straniere.
La storia racconta di Victoria, una scrittrice alle prese con la stesura del suo ultimo libro, purtroppo però l'ispirazione sembra non arrivare. L'agente di lei organizza così un viaggio nel Vermont in cui Victoria può ritrovare la pace per scrivere. Questo viaggio in realtà sarà uno stratagemma per far guadagnare qualche soldino a Nath.
Nath ha ereditato la fattoria del padre e i suoi debiti ed economicamente non naviga in buone acque. L'arrivo di Victoria sarà improvviso e non desiderato ma la ragazza, nonostante le loro continue frecciatine, riuscirà a scalfire la sua maschera di arroganza.
Questa storia è ricca di ironia, di senso della vita, di ricerca di se stessi e di una parte di sé dimenticata.
Il rapporto tra Victoria e Nath sboccia piano piano quasi in silenzio tramite una convivenza forzata ma che porterà entrambi ad amare qualcosa dell'altro. Ecco come due persone diventano indispensabili l'uno all'altro senza forzature, senza colpi di fulmine ma semplicemente osservandosi nella quotidianità.
Questo libro lo voglio consigliare alle romantiche, a chi ama le storie d'amore vere e semplici in cui due protagonisti sono consapevoli della loro età ed agiscono di conseguenza. Due persone mature che si innamorano e si riscoprono. 

Una lettura che scorre veloce, ideale per questo periodo dell'anno ma anche per ritrovare una storia più simile alla realtà. Ho adorato il modo in cui è scritto e come l'autrice ha sviluppato gli eventi.
Mi sono piaciute in particolare i brevi capitoli in cui leggiamo anche la storia che Victoria sta scrivendo. Un libro davvero sorprendente.


(foto: www.sothebysrealty.com \ pinterest)



PUNTEGGIO

1 commento:

  1. Ciao! Sono una tua nuova lettrice fissa! Ti lascio il link del mio blog se ti va di passare! http://ilrumore-dellepagine.blogspot.it
    La grafica mi piace molto!! <3

    RispondiElimina

Cerca nel blog